Campania
Puglia
Economia
 
Home
Storia
Iniziative
Rubriche
Contatti
 
Annunci legali
Meteo
Info traffico
Trova lavoro







   
 
 
 INIZIATIVE (Ed. Puglia)
  La donna tra Cristianesimo e Islam
Dialogo per ricercare un equilibrio - 08/06/2005


La condizione della donna nei diversi contesti storici e nelle differenti culture e civiltà è da diversi anni oggetto di studi, analisi e critiche. Un’indagine intellettuale che sottolinea la centralità della dimensione femminile nei processi sociali, culturali ed economici sotto diverse forme e rispettando le concezioni culturali e religiose legate alla dimensione geografica. Parlare della donna nelle differenti culture e religioni, significa conoscere e interpretare regole sociali e codici culturali, stili di vita e visioni del mondo. Uno sforzo sincero che mira alla conoscenza reciproca e alla ricerca di una base comune per affrontare le sfide di una società multiculturale che conviva pacificamente. La globalizzazione odierna ci impone un confronto tra queste diverse concezioni riguardo la condizione della donna. In particolare ci proponiamo un dialogo tra cristiani e musulmani: due religioni, due culture e due civiltà che hanno condiviso oasi di dialogo e parentesi di sanguinosi conflitti, ma che oggi hanno il dovere di ricercare la via di un positivo confronto. A partire delle problematiche inerenti la condizione della donna nella società occidentale con una cultura dominata dall’influenza cristiana e il mondo islamico, che ancora fatica a ritrovare un sano equilibrio tra la sfera religiosa e il potere politico. Le donne cristiane e musulmane a seguito del processo di modernizzazione, che ha portato ad una progressiva secolarizzazione e alla ricerca della via dell’emancipazione, si stanno domandando con insistenza alla ricerca di una sintesi improntata sull’equilibrio per rispondere alla crisi d’identità che contrappone due diversi modelli del ruolo femminile nella società. La madre-casalinga da una parte e la manager-single dall’altra rappresentano i due estremi opposti. E’ possibile una risposta di mediazione? Cristianesimo e Islam come rispondono a questa domanda? Il nostro convegno si propone di stimolare un dibattito “laico” interreligioso cristiano-islamico, senza pretendere di dare risposte definitive ma nemmeno cadere nel rischio di annullare le reciproche e legittime differenze. Questa iniziativa parte anche dalla consapevolezza che la nostra posizione geografica nel cuore del Mediterraneo deve proiettarci verso un ruolo di importante mediazione tra le due civiltà, in un periodo storico caratterizzato dal pericolo di affermazione dei fondamentalismi e della violenza. La nostra è una risposta a tale pericolo.

 
OSSERVATORIO SULLA CAMORRA
Racket a Napoli: ''Troppa omertà nei quartieri borghesi''
CLICCA QUI
 
Osservatorio sulla camorra | Storia | Iniziative | Rubriche
Edizione Campania | Edizione Puglia |Corriere Economia
Servizio meteo | Info traffico | Trova lavoro
P. Iva 06890970632 editoriale del mezzogiorno srl Realizzato da D&D - Dinamica Digitale