Campania
Puglia
Economia
 
Home
Storia
Iniziative
Rubriche
Contatti
 
Annunci legali
Meteo
Info traffico
Trova lavoro







   
 
 
 ARTICOLO - Prima pagina (Puglia)
 
Emiliano: «Niente tessere, solo idee» - 11/11/2007

Il segretario regionale del Pd al debutto: «Decideremo tutto qui»

BARI - E’ un Michele Emiliano emozionatissimo, al limite della commozione, quello che sale sul palco dello Spazio 7 della Fiera del Levante, alle 10,34, per ricevere l’investitura ufficiale da primo segretario del Partito democratico di Puglia. La nottata è stata difficile e il viso è provato. Fino all’ultimo ci sono state trattative che hanno permesso di recuperare i Popolari che avevano annunciato battaglia. In sala, si ascoltano le ultime note dell’inno di Mameli (cantato in modo convinto sul palco da Anna Montefalcone del collegio dei garanti ed Ermete Realacci, inviato nazionale) e quando Emiliano raggiunge il podio per parlare sono tutti in piedi, a battergli le mani. Tanti alla loro prima volta. Ce l’ha fatta il cocciuto magistrato antimafia a conquistarsi il gradino più alto: in regione sarà il capo del più grande partito del centrosinistra. Parla per 45 minuti, un tempo che sarebbe stato infinito anche per Berlinguer o Moro, e ci mette dentro di tutto dai trasporti alla sanità, dalle infrastrutture alla criminalità, dalla precarierà, al lavoro. Parte dalle radici, cita i padri fondatori di cui i presenti dovrebbero essere gli eredi, si erge a paladino della Carta costituzionale («sarete voi a cucirla come sarti sul petto del Pd pugliese») contro la destra che voleva farne solo carta straccia. E delinea la sua idea di partito leggero, quasi liquido. Di partito del merito - giura ai giovani presenti - e non dei privilegi. Di partito adulto: «Roma, d’ora in avanti, sarà solo la città più bella d’Italia. Si decide in Puglia, tutto. Le cose piccole e quelle grandi. Le candidature e i ruoli di partito. Primarie per tutto. Discussione su tutto. Nessuno è escluso». Dalla Puglia, assicura, partirà anche un nuovo meridionalismo che diventerà soluzione concreta alla questione meridionale. Un partito di servizio per restituire dignità alla politica, «una fabbrica di idee permanente da costruire attraverso internet, i forum, i database, i contact center». E l’adesione non sarà una tessera di partito, ma le idee, «tante tessere quante saranno le idee». Alle attività potranno partecipare movimenti e associazioni «liberamente, senza alcun impegno, oppure stipulando un patto federativo ». Le sezioni saranno laboratori in cui si troverà anche assistenza e aiuto. Un partito di volontari aperto ai partiti alleati. Primi fra tutti Rifondazione e Vendola ». E da Cernobbio, quasi evocato, il presidente Vendola chiama i suoi assessori al telefono per chiedere impressioni, per sapere come va. «Dice che senza di te non possiamo fare nulla», chiosa Mario Loizzo. Difficile credere che il partito, pronto a imbrigliarlo con tutti quei consiglieri in Regione, possa cedere così facilmente le armi. Accanto a Loizzo, il prodiamo Giovanni Procacci spiega che il partito delle tessere è finito «con le primarie a tutti i livelli di partito e istituzionali, il tesseramento ha perso la sua componente tossica». In sala, l’aria che si respira è di stordimento, di studio reciproco. Ognuno è ancora chiuso nel suo orticello: i Ds con i Ds, i Dl con i Dl. Il discorso di Emiliano non è quello di un politico navigato e, quindi, non entusiasma i politici avvezzi alle fascinazioni di Vendola. Beppe Vacca va avanti e indietro con Michele Fortunato, portavoce di D’Alema. Si registrano assenze eccellenti che la Finanziaria copre come una foglia di fico, prima fra tutte quella di Nicola Latorre. Gli interventi sono contingentati e i rinunciatari sono accolti come eroi. Eppure da dire ci sarebbe, si tratta di un’assemblea fondativa. Il Pd nasce così, frastornato, senza eccessivi entusiasmi. Il cammino, però, è appena agli inizi. d’arte più bella d’Italia».

L. Saracino
 
OSSERVATORIO SULLA CAMORRA
Racket a Napoli: ''Troppa omertà nei quartieri borghesi''
CLICCA QUI
 
Osservatorio sulla camorra | Storia | Iniziative | Rubriche
Edizione Campania | Edizione Puglia |Corriere Economia
Servizio meteo | Info traffico | Trova lavoro
P. Iva 06890970632 editoriale del mezzogiorno srl Realizzato da D&D - Dinamica Digitale