Campania
Puglia
Economia
 
Home
Storia
Iniziative
Rubriche
Contatti
 
Annunci legali
Meteo
Info traffico
Trova lavoro







   
 
 
 ARTICOLO - Prima pagina (Puglia)
  Parabita, un’altra donna accusa il sarto - 08/11/2007

Una quarantenne: avevo dieci anni, mi molestò al corso di cucito

PARABITA - L’ottantenne Luigi Compagnone, già indagato per pedofilia per presunti atti di libidine su un bambino di sette anni che frequentava la scuola di recupero gestito dalla moglie di settantuno anni, Iolanda Provenzano, uccisa a coltellate dalla madre del piccolo, deve ora difendersi da una seconda accusa. - L’altra accusa. Una signora di quarant’anni, di Casarano, sposata con figli, che quando ne aveva dieci avrebbe subito interessi a sfondo sessuale da parte di Compagnone, suo maestro di taglio e cucito che all’epoca aveva cinquant’anni. L’avvocato Sergio Bonatesta che difende il sarto dall’accusa di pedofilia, azzarda l’ipotesi della «mitomania» sul remoto racconto della quarantenne di Casarano. - Il bambino. Domani toccherà al piccolo essere sentito con le cautele del caso mentre sono già iniziati gli ascolti dei familiari degli altri bambini che frequentavano l’asilo-scuola gestito dalla coppia di anziani. Per oggi è prevista l’autopsia sul corpo della maestra uccisa.
 
OSSERVATORIO SULLA CAMORRA
Racket a Napoli: ''Troppa omertà nei quartieri borghesi''
CLICCA QUI
 
Osservatorio sulla camorra | Storia | Iniziative | Rubriche
Edizione Campania | Edizione Puglia |Corriere Economia
Servizio meteo | Info traffico | Trova lavoro
P. Iva 06890970632 editoriale del mezzogiorno srl Realizzato da D&D - Dinamica Digitale