Campania
Puglia
Economia
 
Home
Storia
Iniziative
Rubriche
Contatti
 
Annunci legali
Meteo
Info traffico
Trova lavoro







   
 
 
 ARTICOLO - Prima pagina (Campania)
 
Tre gol alla Juve, delirio al San Paolo - 28/10/2007

Gargano e Domizzi (due rigori dubbi) rimontano il gol di Del Piero

NAPOLI - La scena è di quelle che allo stadio si vedono ogni domenica. Ungruppo di ragazzi che s’incontra, abbracci, baci, pacche sulle spalle, poi tutti verso l’ingresso, settore curva. Anche la domanda è quella di sempre: «Oh, ma i biglietti chi ce l’ha?». Beh, ce l’ha uno che forse allo stadio ci va poco. O, chissà, magari non è di Napoli. E finisce che lui, poverello, tira fuori dalla tasca il pacchetto di tagliandi e assicura agli amici con tanto di sorriso radioso: «Eccoli, li ho io». La frase manco la termina, che un ragazzetto alto quanto un «Puffo» sbuca del nulla, glieli strappa di mano e sparisce prima ancora che qualcuno s’accorga di quel che sta accadendo. Napoli-Juve è anche questo. È un enorme affare per la città illegale, quella che sfila portafogli, che minaccia, che fa affari. Come Tonino il bagarino (giuro, si chiama proprio così), uno con un nome che sembra tirato fuori da un personaggio dei fumetti e che invece ha la faccia di chi dovrebbe star dentro. È lui che ha il compito di «accompagnarti » finché non varchi il tornello. Il motivo? Beh, se tiri fuori 150 euro per un biglietto di tribuna Posillipo con su stampigliato un nome che non è il tuo, il bagarino di turno te lo vende «a garanzia d’ingresso», con buona pace del decreto antiviolenza e di quella norma che imporrebbe di controllare ai varchi che il nome sul tuo documento corrisponda a quello scritto sul tagliando. Il trucco non è poi neppure tanto difficile. E funziona più o meno così. I bagarini ti avvicinano davanti alla curva B, e i prezzi, a due ore dall’inizio della partita, non sono neppure incredibili. «Trenta euro la curva, cinquanta i distinti ». Non va bene, voglio la tribuna (per finta, ovviamente), così continuo a cercare. Ed eccolo lì, un ragazzo con il giubbotto color senape che a guardarlo neppure sembra male, solo che quando si avvicina capisci il tipo. «Dotto’, volete la tribuna? Sono 150 euro, ne ho solo tre». Un po’ troppo, forse convengono i distinti. «Ma che troppo, questa è la tribuna Posillipo, quella buona». Resta un piccolo problema. Io in tasca ho il mio documento, sopra (ovviamente) c’è scritto il mio nome.E che dico all’ingresso quando vedono che il biglietto è per un tal A. V., che ovviamente non sono io? «Nessun problema, c’è casino. Basta che mettete il documento a coprire il biglietto, quelli il nome neppure lo vedono». Non mi fido, mettiamo che poi mi controllano che faccio, ho buttato via 150 euro? Ed ecco la soluzione. Il ragazzotto con il giubbino color senape si guarda intorno, poi chiama un amico, che il giubbotto invece ce l’ha nero. «Tonino, accompagna il signore». Come, mi accompagna? «Sì, così se vi fanno entrare bene, se no vi ridiamo i soldi. Lo facciamo per i clienti importanti, a quelli che pagano molto diamo garanzie, così la prossima partita tornate». Come tornerà allo stadio, ahinoi, quel tifoso con pantaloni mimetici e berrettino in testa che ha (mal) partorito l’idea di distribuire davanti allo stadio un volantino contro Massimo Carpino, dirigente del Napoli che ha denunciato alla Procura i tentativi di estorsione subiti dagli ultrà poi finiti in carcere. Una cosa che in qualsiasi paese civile sarebbe meritoria. E che a Napoli provoca le ire dei Fedayn, gruppo della curva B che stampa tanto di «comunicato ufficiale» per dire che «il signor MassimoCarpino non è mai stato uno dei nostri, ma un semplice frequentatore della curva a tempo determinato. La sua scelta di vita è lontana anni luce dal nostro modo di vivere, perciò pretendiamo che gli eventi che lo riguardano come dipendente della società Calcio Napoli non vengano accostati al nostro nome ». E meno male.

Gianluca Abate
 
OSSERVATORIO SULLA CAMORRA
Racket a Napoli: ''Troppa omertà nei quartieri borghesi''
CLICCA QUI
 
Osservatorio sulla camorra | Storia | Iniziative | Rubriche
Edizione Campania | Edizione Puglia |Corriere Economia
Servizio meteo | Info traffico | Trova lavoro
P. Iva 06890970632 editoriale del mezzogiorno srl Realizzato da D&D - Dinamica Digitale