Campania
Puglia
Economia
 
Home
Storia
Iniziative
Rubriche
Contatti
 
Annunci legali
Meteo
Info traffico
Trova lavoro







   
 
 
 ARTICOLO - Cartellone (Campania)
 
Musica su bracciali Usb contro i cd falsi - 26/10/2007

Le major si difendono: in crisi anche il mercato parallelo

Sorpresa: anche il mercato dei cd falsi è in crisi. Fino a due anni fa, quasi la metà dei dischi che si ascoltavano a Napoli e in Campania provenivano dalle bancarelle disseminate tra i vicoli e le strade di città. E facevano addirittura tendenza: erano in qualche modo il termometro dei gusti cittadini. «A Napoli inizi a diventare qualcuno se i tuoi cd falsi appaiono sulle bancarelle affianco a quelli dei big - dice Gigi D’Alessio - e però, aldilà di questa visione romantica, è vero pure che gli autori andrebbero tutelati. Non parlo di noi di successo che i soldi comunque li facciamo, ma dei tantissimi signor nessuno che s’arrangiano. Anni fa sulle bancarelle si poteva acquistare una mia compilation contenente tre inediti. Erano tre miei provini, solo piano e voce, contenuti in una musicassetta che avevo smarrito e trovata chissà da chi. Dentro c’era anche una demo de I ragazzi del 2003, scritto per Amici di Maria De Filippi. «Un paio di anni fa ero a Napoli con amici in un ristorante a gustarmi una pizza - racconta Luca Carboni - quando si avvicinò un venditore ambulante con in mano alcuni cd contraffatti tra cui anche uno mio. Mi disse: giovano’, questo è bello è quello che canta Farfallina, è uno bravo, simpatico è bolognese ma canta comme nu napulitano. Mi venne da ridere, non mi riconobbe… alla fine lo acquistai per ricordo ». «Agli inizio degli anni ’80 - ricorda Lucio Dalla - profetizzai che di lì a dieci anni il supporto disco sarebbe scomparso. Avevo ragione. Tutto muta velocemente e noi artisti dobbiamo essere i primi a cambiare e ad adeguarci. Per questo motivo ho deciso di lanciare il mio nuovo disco prima in edicola». Secondo i dati forniti dalla Federazione contro la pirateria musicale, Napoli è da anni la capitale del «pezzotto», con il maggior numero di centri di produzione e distribuzione di cd e dvd. La città nel 2004 era al sesto posto del fatturato mondiale, con Iva evasa per 1,5 miliardi. La Campania è la regione capofila in Italia nella produzione e nella diffusione di prodotti musicali contraffatti con oltre 540.000 supporti illegali sequestrati (cd e cvd), seguita a ruota dal Lazio e dalla Sicilia, ma è evidente negli ultimi anni la contrazione del fenomeno. Basta fare un giro per i mercati della città, a Forcella, come alla Sanità, al Vomero come alla Duchesca, per accorgersi che il prezzo dei cd contraffatti è ai minimi storici, 1 euro, al massimo 2 euro (nel 2004-2005 si aggirava intorno ai 5 euro) e che questi sono sempre meno, mentre spuntano sulle bancarelle, al costo di 2 euro, intere discografie compresse in file Mp3 su un unico supporto. Anche i falsari così provano ad adeguarsi e a frenare il fenomeno della falsificazione casalinga che ciascuno può mettere in pratica con un pc e una connessione on line, abbassando i prezzi e offrendo nuove soluzioni. Anche perché oggi la musica corre veloce e gratuita su immense corsie digitali, indipendenti dal supporto.E così file senza «corpo», hanno ucciso il cd, vecchio solo di venti anni. Inevitabile che anche i falsari corressero ai ripari offrendo, o meglio inventando nuovi prodotti. Tra le discografie - compilation mp3 più gettonate in città troviamo quella dei beniamini locali Gigi D’Alessio, Gigi Finizio, Federico Salvatore, Nino D'Angelo, Massimo Ranieri, Pino Daniele, mentre gli artisti nazionali più ricercati sono Alex Baroni, Laura Pausini, Giorgia, Negramaro. Qualcosa le grandi major stanno facendo. Dalla vendita sotto forma di memory stick (le chiavette Usb) dei prossimi singoli di Mika, Sugababes, Kanye Werst e Amy Winehouse. Il brano di Lucio Battisti, «La compagnia», reinterpretato da Vasco Rossi, è stato venduto sotto forma di braccialetto Usb, contenente anche «Basta poco» e una versione live di «Senza parole». Ma quest’estate, pochi giorni dopo l’uscita del cd «Il contrario di me» di Dalla, questo era già inserito nella discografia - compilation in Mp3 dedicata proprio all’artista bolognese e in vendita a 2 euro sulle bancarelle cittadine.

Carmine Aymone
 
OSSERVATORIO SULLA CAMORRA
Racket a Napoli: ''Troppa omertà nei quartieri borghesi''
CLICCA QUI
 
Osservatorio sulla camorra | Storia | Iniziative | Rubriche
Edizione Campania | Edizione Puglia |Corriere Economia
Servizio meteo | Info traffico | Trova lavoro
P. Iva 06890970632 editoriale del mezzogiorno srl Realizzato da D&D - Dinamica Digitale