Campania
Puglia
Economia
 
Home
Storia
Iniziative
Rubriche
Contatti
 
Annunci legali
Meteo
Info traffico
Trova lavoro







   
 
 
 ARTICOLO - Cartellone (Puglia)
 
«Mi ritrovo nel meridione raccontato da Veneziani» - 11/10/2007

Cosimo Damiano Damato trasforma in recital teatrale «Il segreto del viandante». E lo affida alla voce di Giannini

Foggia - C’è il matrimonio, «l’ industria principale»; ci sono i pomeriggi infuocati; ci sono mare e ulivi; ma c ’ è anche l a c u l t u r a non-egualitaria del favore, inteso come abuso e, al contrario, come dono. E’ fatta di questo, e naturalmente di altro ancora, l’ identità mediterranea, così come la propone Cosimo Damiano Damato, regista di Ritornare a Sud. L’opera è un recital, affidato alle voci di Giancarlo Giannini e Silvia De Santis. I due attori leggeranno nove brani, ispirati al libro Il segreto del viandante scritto nel 2003 da Marcello Veneziani. «Un testo che non ha avuto molta fortuna - racconta Damato - in cui Veneziani è andato a scandagliare la cultura del sud, descrivendo un viaggio, anche nostalgico, che è anche un ritorno alle origini. A me è sembrato straordinario». Tanto straordinario da far cadere subito gli steccati ideologici. Veneziani, saggista e politologo, è schierato a destra; Damato non esita a definirsi di sinistra (tanto per capirsi: l’anno scorso accompagnò Camilo Guevara, figlio del ‘Che’, nella sua visita a Foggia). «Ma nel racconto che del sud fa Veneziani - prosegue Damato - io mi ci sono ritrovato; nel suo libro, Marcello ha saputo descrivere al meglio i riti, le tradizioni, le leggi di un subcontinente: il nostro ». Però, sempre di un’opera destinata alla lettura si trattava. Quindi, dopo aver illustrato a Veneziani l’idea che gli frullava per la testa, Damato ha cominciato a rielaborare il testo, adattandolo per il teatro. Un’operazione condotta insieme allo stesso Veneziani. Ritornare a Sud debutta domani, 12 ottobre, al Cilea di Reggio Calabria, aprendo un cartellone curato dallo stesso Veneziani; lo scrittore pugliese infatti è consulente del Comune per le attività culturali. «Abbiamo scelto Giannini - dice Damato - per la sua voce densa, che mi sembra tipica del sud come tono e musicalità». La scenografia sarà essenziale, con un gioco di luci blu e azzurre che dovrebbero rievocare i colori del mare. «Dopo Reggio - annunzia il regista - contiamo di portare lo spettacolo in giro per l’Italia; almeno una serata per ogni regione meridionale. In Puglia dovremmo venire a gennaio: a Bari o a Foggia».

Claudio Gabaldi
 
OSSERVATORIO SULLA CAMORRA
Racket a Napoli: ''Troppa omertà nei quartieri borghesi''
CLICCA QUI
 
Osservatorio sulla camorra | Storia | Iniziative | Rubriche
Edizione Campania | Edizione Puglia |Corriere Economia
Servizio meteo | Info traffico | Trova lavoro
P. Iva 06890970632 editoriale del mezzogiorno srl Realizzato da D&D - Dinamica Digitale