Campania
Puglia
Economia
 
Home
Storia
Iniziative
Rubriche
Contatti
 
Annunci legali
Meteo
Info traffico
Trova lavoro







   
 
 
 ARTICOLO - Prima pagina (Puglia)
  Tredici anni, le rubano il cellulare per stuprarla - 28/09/2007

San Severo, i due coetanei violentatori rintracciati grazie agli amici della vittima

Sansevero - Il furto del telefonino è stato solo il pretesto. Nelle intenzioni di due tredicenni di San Severo c’era la violenza sessuale. Ma dovevao trovare un espediente per convincere una loro coetanea a seguirli in un posto buio dove poter abusare di lei. Non prima di averla presa a calci e pugni.
  • La trappola. La vittima ci è caduta in pieno. Ha inseguito i ragazzini che le avevano sotttratto il telefonino con gli amici, poi da sola. E in un luogo buio è stata facile preda dei due. Picchiata e poi stuprata.
  • La denuncia. I due - che secondo gli inquirenti facevano parte di una gang già nota alle forze dell’ordine - sono stati rintracciati grazie alla collaborazione degli amici della ragazzina. Per loro è scattata la segnalazione alla Procura dei minori. A tredici anni non possono essere arrestati.
  • Il dramma. La ragazzina è tornata a casa e ai genitori ha detto solo di sentirsi male. Accompagnata in ospedale ha raccontato la sua terribile giornata.

    Pernice
  •  
    OSSERVATORIO SULLA CAMORRA
    Racket a Napoli: ''Troppa omertà nei quartieri borghesi''
    CLICCA QUI
     
    Osservatorio sulla camorra | Storia | Iniziative | Rubriche
    Edizione Campania | Edizione Puglia |Corriere Economia
    Servizio meteo | Info traffico | Trova lavoro
    P. Iva 06890970632 editoriale del mezzogiorno srl Realizzato da D&D - Dinamica Digitale