Campania
Puglia
Economia
 
Home
Storia
Iniziative
Rubriche
Contatti
 
Annunci legali
Meteo
Info traffico
Trova lavoro







   
 
 
 ARTICOLO - Cartellone (Campania)
 
Augusteo, note per una stagione parallela - 27/09/2007

Il teatro napoletano presenta un suo originale cartellone musicale

«Il nostro rapporto con la musica vanta illustri e numerosi precedenti, da maestri classici come Rostropovich a stelle del rock come Bruce Springsteen, da menestrelli del country come James Taylor a cantanti jazz come Al Jarreau. La nascita quindi di un marchio come Augusteo Musica, e di una relativa stagione di concerti, rappresenta quindi un’ottimizzazione e una scelta di indirizzo affidata a due esperti come Massimo Fargnoli e Paolo Uva». Spiega così la partenza di questa prima tranche stagionale, presentata ieri nella sala di piazzetta Duca d’Aosta, il patron del teatro napoletano di piazzetta Duca d’Aosta, Francesco Caccavale. E il filo conduttore di questa avventura si legge immediatamente fra le righe di sei appuntamenti che dal 9 ottobre e fino al 17 dicembre, punteggeranno la prima parte della stagione, che si muoverà in equilibrio fra jazz, canzone d’autore, musica classica e nuovi linguaggi contemporanei. «Perché - spiegano Uva e Fargnoli - non vogliamo alzare steccati fra i generi, ma piuttosto dimostrare che esistono sempre osmosi possibili se il discrimine è la qualità». Si inizia il 9 ottobre con il pianista jazz Stefano Bollani che stavolta giunge a Napoli con i l suo Danish Trio (Jesper Bodilsen al contrabbasso eMorten Lund alla batteria). La seconda data è fissata per il 22 ottobre con lo stile new age di Ludovico Einaudi, cui farà seguito il 7 novembre l’esibizione degli Avion Travel con un repertoro dedicato alle canzoni di Paolo Conte. Il gruppo tedesco dei Clemencic Consort, guidato da Renè Clemencic, direttore d’orchestra e virtuoso del clavicordio, il più antico strumento a tasti di origine rinascimentale, presenterà il 19 novembre l’originale versione medievale dei Carmina Burana. Un’altra singolare rilettura classica, quella del «Flauto Magico» di Mozart, vedrà protagonista invece l’Orchestra multietnica di Piazza Vittorio, a Napoli il 3 dicembre. Infine grande jazz in chiusura con la tromba di Enrico Rava che si presenterà in quintetto il 17 dicembre. Questo programma proseguirà ovviamente anche dopo le vacanze natalizie con date ancora in via di definizione, e non escluderà la tradizionale ospitalità di altri concerti di tour nazionali di passaggio per Napoli.

Stefano de Stefano
 
OSSERVATORIO SULLA CAMORRA
Racket a Napoli: ''Troppa omertà nei quartieri borghesi''
CLICCA QUI
 
Osservatorio sulla camorra | Storia | Iniziative | Rubriche
Edizione Campania | Edizione Puglia |Corriere Economia
Servizio meteo | Info traffico | Trova lavoro
P. Iva 06890970632 editoriale del mezzogiorno srl Realizzato da D&D - Dinamica Digitale