Campania
Puglia
Economia
 
Home
Storia
Iniziative
Rubriche
Contatti
 
Annunci legali
Meteo
Info traffico
Trova lavoro







   
 
 
 ARTICOLO - Cartellone (Puglia)
 
Il jazz torna a Noci In chiave sinfonica - 23/09/2007

Bruno Tommaso e Gianluigi Trovesi in piazza Domani con l’Orchestra della Provincia di Bari

Noci - A Noci, nella piazza dove si affaccia la chiesa madre, c'è un bar che si chiama Nux Erat. Nome bizzarro, manon casuale; quelle parole in latino più o meno maccheronico sono una traccia lasciata nella memoria collettiva dall'Europa Jazz Festival, manifestazione che la cittadina pugliese ha accolto per una decina di edizioni tra la fine degli anni Ottanta e il decennio successivo. Nux Erat era infatti il titolo di un concerto - spettacolo, documentato poi su cd, che il compositore e contrabbassista romano Bruno Tommaso e il poeta nocese Vittorino Curci costruirono con garbo e ironia intorno al racconto mitico e fantasioso della «fondazione» di Noci, e presentarono sul palcoscenico dell’Europa Jazz. E certo, memorie a parte, quel nome è adattissimo a campeggiare su un’insegna in vista dell’amato campanile. Domani, in quella stessa piazza, sul sagrato della chiesa madre, Bruno Tommaso tornerà a suonare a Noci, insieme a un altro grande jazzista italiano che fu spesso ospite del festival, il sassofonista e clarinettista bergamasco Gianluigi Trovesi. E ad accoglierli ci sarà sempre Vittorino Curci, nelle vesti di amico maanche di assessore provinciale alla Cultura. Con loro, l’Orchestra sinfonica barese impegnata ad eseguire un repertorio di musica antica e barocca trasfigurata in chiave jazzistica dai due maestri ospiti: alcuni estratti dall’Orfeo di Monteverdi, composizioni originali basate su o ispirate a materiali popolari del basso Medioevo già utilizzati dal compositore fiammingo Guillaume Dufay (Ambulat hic armatus homo), un’anonima melodia napoletana del Cinquecento (Sia maledetta l’acqua) e altre piacevolezze d’epoca. Tutti materiali su cui Trovesi lavora da anni nei suoi dischi, trattandoli con amore e libertà: se ne trovano tracce sia nei cd del suo ottetto che in quelli del duo insieme al fisarmonicista Gianni Coscia, oltre che in un intero album, Around Small Fairy Tales, registrato con un’orchestra da camera diretta proprio da Bruno Tommaso. Questa volta però, per il concerto di Noci e per quello successivo di mercoledì a Bari, nell’auditorium della Guardia di Finanza, con i due musicisti ci sarà un’orchestra sinfonica al completo: così quei brani, già ascoltati più volte in contesti disparati, acquisteranno una nuova fisionomia. Tommaso, che li ha arrangiati per la grande orchestra, salirà sul podio. Trovesi invece sarà il solista.Esarà interessante vedere come la Sinfonica barese se la caverà alle prese con i passaggi più swinganti che certamente la partitura e il gesto del direttore non mancheranno di proporle. Noci e Bari si preparano dunque ad accogliere due autentici giganti del jazz europeo, due magnifici ragazzi di sessant'anni che hanno speso una vita nella musica contribuendo ad allargarne il linguaggio, "forzando" le frontiere e i punti di passaggio tra le epoche e i linguaggi. Ascoltarli sarà, come sempre, un grande piacere.

Fabrizio Versienti
 
OSSERVATORIO SULLA CAMORRA
Racket a Napoli: ''Troppa omertà nei quartieri borghesi''
CLICCA QUI
 
Osservatorio sulla camorra | Storia | Iniziative | Rubriche
Edizione Campania | Edizione Puglia |Corriere Economia
Servizio meteo | Info traffico | Trova lavoro
P. Iva 06890970632 editoriale del mezzogiorno srl Realizzato da D&D - Dinamica Digitale