Campania
Puglia
Economia
 
Home
Storia
Iniziative
Rubriche
Contatti
 
Annunci legali
Meteo
Info traffico
Trova lavoro







   
 
 
 ARTICOLO - Cartellone (Puglia)
 
«Piano, solo» oggi a Bari in anteprima - 20/09/2007

E con il regista ci sono Kim Rossi Stuart, Jasmine Trinca e Paola Cortellesi

Bari - Riprende questa sera alle ore 19 presso la libreria Feltrinelli di Bari la manifestazione «Pellicole a colloquio», promossa dall’assessorato alle Culture del Comune di Bari e realizzata da Angelo Ceglie per l’associazione Ingegni, con la presentazione in anteprima del film Piano, solo di Riccardo Milani.Un incontro col regista, con gli attori protagonisti Kim Rossi Stuart, Jasmine Trinca e Paola Cortellesi per discutere di cinema e di un’opera attesissima che mescola vari «generi» cinematografici: il biopic, ovvero il racconto biografico, il film musicale e il dramma esistenziale. Tratto dal romanzo di Walter Veltroni Il disco del mondo - Vita breve di Luca Flores (Rizzoli, 2003), la pellicola di Milani (regista di Il posto dell’anima e Auguri professore) ripercorre la vita del pianista jazz Luca Flores: dall’infanzia in Africa, al seguito del padre famoso geologo, all’incidente stradale che causa la morte della madre, fino al ritorno in Italia col diploma con massimo dei voti al conservatorio di Firenze, fino alle esibizioni e geniali sperimentazioni jazzistiche che si concluderanno tragicamente con il suicidio del pianista ancora trentanovenne (...eravamo nel 1995). Il cammino personale di un artista elitario e «di nicchia» che Milani attraversa tracciando un filo rosso fra gli affetti, i ricordi, i concerti e i pensieri di Flores, anche grazie alla scrittura cinematografica sempre lucida e asciutta di Sandro Petraglia, che collabora alla sceneggiatura con lo stesso Milani, Ivan Cotroneo e Claudio Piersanti, e ad un cast di alto livello: oltre ai già citati Rossi Stuart - che interpreta il ruolo del protagonista -, Trinca e Cortellesi, il film vede anche la presenza di Michele Placido, Sandra Ceccarelli e, esclusivamente in veste di attore, del regista Corso Salani. Così, dopo il successo del romanzo di Veltroni, tocca al cinema restituire il giusto posto nella recente storia del jazz ad un pianista ancora poco conosciuto dal grande pubblico, scoperto negli anni ’80 dalla etichetta Splasc(h), insieme ad altri talenti dell’attuale panorama italiano, come Paolo Fresu e Stefano Battaglia; e poi, fin da giovane, musicista apprezzatissimo da artisti come Chet Baker e Lee Konitz. Un tributo che, per quel che riguarda il mondo della settima arte, è sintomatico di un risvegliato interesse verso la narrazione biografica di artisti e musicisti: vedi le sequenze di Io non sono qui di Haynes su BobDylan o il recente magnifico lavoro dedicato da Julian Schnabel alla musica di Lou Reed.

Guglielmo Siniscalchi
 
OSSERVATORIO SULLA CAMORRA
Racket a Napoli: ''Troppa omertà nei quartieri borghesi''
CLICCA QUI
 
Osservatorio sulla camorra | Storia | Iniziative | Rubriche
Edizione Campania | Edizione Puglia |Corriere Economia
Servizio meteo | Info traffico | Trova lavoro
P. Iva 06890970632 editoriale del mezzogiorno srl Realizzato da D&D - Dinamica Digitale