Campania
Puglia
Economia
 
Home
Storia
Iniziative
Rubriche
Contatti
 
Annunci legali
Meteo
Info traffico
Trova lavoro







   
 
 
 ARTICOLO - Cartellone (Campania)
 
Il Carosone al re di «Scugnizzi» - 18/09/2007

Mattone fra i 10 vincitori del Premio, alla sesta edizione

Dieci i vincitori per questa sesta edizione del Premio Carosone, presentato ieri alla Regione, e che come sempre si svolgerà all’Arena Flegrea (venerdì 21 settembre alle 21). Tutti nel segno del «Caro-Suono», per dirla col direttore artistico Federico Vacalebre. Innanzitutto Claudio Mattone, premio alla carriera, che compose il brano, «’Na canzuncella doce doce» che portò per l’unica volta l’istrionico cantante napoletano al Festival di Sanremo nel 1989. Un’avventura all’epoca non fortunatissima, ma che a distanza di 18 anni ha visto rivalutare il valore di quella canzone, probabilmente reinterpretata all’Arena dal duo Mattone-Sal da Vinci, con il contorno degli «Scugnizzi» di Nisida, ragazzi dell’istituto di pena minorile, accompagnati da Pino De Maio. Toccherà poi a James Senese che eseguirà «Malafemmina», il celebre brano di Totò che lo stesso Carosone eseguì nel suo Capodanno a piazza Plebiscito del 1998. Altro vincitore è Peppino di Capri, vero trait d’union fra Carosone e Pino Daniele. «Quei napoletani cioè - commenta il direttore artistico - che volevano fare g l i a m e r i c a n i , r e s t a n d o però saldamente napoletani». E ancora Tosca, che dal suo spettacolo dedicato a Gabriella Ferri eseguirà «Addo’ sta Zazà» e «Ie mammeta e tu». L’altro romano premiato sarà Daniele Silvestri, anch’egli erede di una concezione musicale molto «carosoniana». I «Tre numeri al lotto» di Van Wood saranno eseguiti dagli Italian Harmonists, mentre completano i premiati anche i Neri per Caso, i Virtuosi di San Martino e il cantapianista Lorenzo Hengeller. Un riconoscimento anche a Michele Bovi, giornalista e ideatore della mostra Cinebox presentata recentemente a Caserta. Nel cast della serata, presentata da Gianni Simioli e Maria Elena Fabi, anche Ida Rendano, Ciccio Merolla, Giovanni Block, Mimmo Maglionico, Jovine e Libera Velo. Infine un annuncio, quello di Raffaele Cercola, presidente della Mostra d’Oltremare, sull’avvenuto inizio dei lavori di ristrutturazione del palco del teatro Mediterraneo.
 
OSSERVATORIO SULLA CAMORRA
Racket a Napoli: ''Troppa omertà nei quartieri borghesi''
CLICCA QUI
 
Osservatorio sulla camorra | Storia | Iniziative | Rubriche
Edizione Campania | Edizione Puglia |Corriere Economia
Servizio meteo | Info traffico | Trova lavoro
P. Iva 06890970632 editoriale del mezzogiorno srl Realizzato da D&D - Dinamica Digitale