Campania
Puglia
Economia
 
Home
Storia
Iniziative
Rubriche
Contatti
 
Annunci legali
Meteo
Info traffico
Trova lavoro







   
 
 
 ARTICOLO - Cartellone (Puglia)
 
Fasanomusica 25 anni di concerti - 18/09/2007

E una nuova stagione ricca di stelle

Fasano - Per festeggiare il suo venticinquennale, Fasanomusica ha messo a punto un cartellone di tutto rispetto fedele alle coordinate su cui Mariolina Castellaneta ha da tempo indirizzato l’attività dell’associazione: un «meno ma meglio» che cerca di tenere costantemente alto, il più alto possibile, il livello dell’offerta di musica e danza, senza disdegnare le novità e le produzioni originali. Anche a costo di diminuire il numero degli appuntamenti per investire maggiori risorse in direzioni mirate. Il programma, presentato domenica scorsa nell’ormai consueta soirée alla Casina della Selva, si apre con un galà di danza che è il più bel regalo che Fasanomusica fa a se stessa, oltre che al suo pubblico: protagonista Micha van Hoecke, che con il suo Ensemble presenterà il 16 novembre al teatro Kennedy una nuova coreografia creata appositamente per l’associazione fasanese. Dopo un concerto gospel natalizio in programma per il 21 dicembre, la programmazione riprende dall’8 gennaio per proporre dieci appuntamenti fino ad aprile. Appuntamenti dove non manca la sinfonica e il balletto classico, con due proposte che arrivano da San Pietroburgo e Mosca; ovvero, dal cuore di un sistema musicale in grado di offrire quantità e qualità, molto più di quanto accada in Italia, e dove il senso di appartenenza a un’autentica «scuola» nazionale costituisce allo stesso tempo un limite e un punto di forza. Ma rispetto al diluvio di formazioni e compagnie provenienti dall’Est Europa che travolge i nostri cartelloni, Fasanomusica ha il merito di puntare alto, affiancando tra l’altro all’orchestra russa, in veste di solista, Mihaela Ursuleasa. Ancora, tra i protagonisti della stagione, brillano i nomi di due pianisti formidabili. Innanzitutto Grigory Sokolov, uno dei maggiori virtuosi viventi degli 88 tasti. Un interprete di assoluta e superiore musicalità, che brilla sia alle prese con Bach che con Beethoven e Schubert, per tacere dei «suoi» amati russi. Nell’epoca deella definitiva consacrazione di Andras Schiff o della scoperta di nuovi affascinanti talenti come l’iraniano Ramin Bahrami, Sokolov rappresenta la quintessenza di una classicità pianistica capace di emozionare e stupire ogni volta. L’altro pianista eccellente della stagione, facendo un salto di linguaggi musicali e di generazioni davvero enorme, è Stefano Bollani: ormai una stella planetaria del j a z z , nonostante i trent’anni superati da poco, a cui solo uno sfrenato sense of humour sembra poter porre a volte dei limiti musicali. A Fasano Bollani presenterà il suo nuovo progetto «Carioca», che lo vede affiancarsi a un formidabile quintetto di jazzisti brasiliani. Il camerismo dello Jess Trio Wien, la danza contemporanea (così ricca di elementi già «storici ») dell’Aterballetto, la percussionista Evelyn Glennie per la prima volta in Puglia, sono altri appuntamenti di assoluto prestigio della stagione di Fasanomusica, che si completa con i «Souvenir d’Italie» di Antonella Ruggiero e due produzioni speciali dedicate alla Puglia: ai suoi jazzisti, da Roberto Ottaviano a Gianluca Petrella, e ai suoi danzatori, da Tony Candeloro a Rossella Brescia.

Fabrizio Versienti
 
OSSERVATORIO SULLA CAMORRA
Racket a Napoli: ''Troppa omertà nei quartieri borghesi''
CLICCA QUI
 
Osservatorio sulla camorra | Storia | Iniziative | Rubriche
Edizione Campania | Edizione Puglia |Corriere Economia
Servizio meteo | Info traffico | Trova lavoro
P. Iva 06890970632 editoriale del mezzogiorno srl Realizzato da D&D - Dinamica Digitale