Campania
Puglia
Economia
 
Home
Storia
Iniziative
Rubriche
Contatti
 
Annunci legali
Meteo
Info traffico
Trova lavoro







   
 
 
 ARTICOLO - Cartellone (Campania)
 
Galleria Toledo riparte con Peter Brook - 17/09/2007

Venti titoli in cartellone. A ottobre un’anteprima del «Festival dell’Attore»

Parte con un’anteprima dedicata al Festival dell’Attore, organizzata dall’Associazione Interno 5 ed in cui saranno presenti Anton Milenin, Nikolaij Skorik e Saverio La Ruin, la XV stagione della Galleria Toledo, presentata venerdì sera al Trip. In tutto venti titoli, tra produzioni, coproduzioni e progetti internazionali, che rivoluzioneranno il cartellone con cinque aree tematiche. La prima è internazionale, dal primo al 4 ottobre, aperta dal grande Peter Brook, che, nel più capiente Politeama, presenterà «Sizwe Banzi est mort», uno spettacolo sulle townships sudafricane. Il 13 ottobre Alejandro Jodorowsky e Antonio Bertoli daranno vita alla conferenza-spettacolo «Il Teatro come arte e guarigione» sui temi centrali della vita, attraverso la psicomagia cara all’autore cileno. Chiude il primo blocco «The Grand Inquisitor» tratto da «I Fratelli Karamazov », ancora per la regia di Peter Brook, dal 17 al 20 ottobre. Dal 13 al 18 novembre ritorna Antonio Rezza con «Pitecus». Il secondo blocco, Progetto Napoli, prende il via con «Hic et Nunc» di Giampiero Mirra, in scena dal 20 al 22 novembre, ambientato nel famoso cimitero delle 366 fosse, una riflessione su tutte le vittime innocenti di guerre e faide indotte. Le relative serate d’onore ospiteranno il 24 novembre Enzo Avitabile con «LiBBeraZZione e pensiere annure e parole appere», dal 27 novembre al 2 dicembre, Enzo Moscato col monologo «Parole dette in sogno», il 3 dicembre Ernesto Mahieux con «Per una bomba in meno…», l’8 dicembre Marcello Colasurdo con «Comme vene e comme jesce», il 21 dicembre Antonella Morea, con «Io, Antonella, la commediante » e infine Laura Angiulli con «Dove sta Zazà». Dal 23 gennaio parte il Progetto Conflitto: immagini da teatri di guerra vicini e lontani con i Motus che, fino al 27 gennaio, presentano « Piccoli episodi di fascismo quotidiano» (indagini su « Pre-paradise sorry now » dall’opera di Rainer Werner Fassbinder). Dal 29 gennaio al 3 febbraio, la compagnia Alqantara presenta «La svergognata» da un lavoro di Shar Khalife, per la regia di Anita Mosca. Per Galleria Toledo produzioni, dal 5 al 13 febbraio, Costantino Raimondi presenta «Prove Rewind», ispirato ad «Emigranti » di Mrozek. Ancora teatro di conflitti e scontri politici, con «Murmure comedie» dall’opera di Amira Hass per la regia di Ariel Cypel e Gael Chaillat, tragicommedia sull’immobilità dei detenuti politici. Per le coproduzioni, Galleria Toledo e Mixò presentano «Olio», di Marco Calvani, con Filippo Timi. Dal 28 febbraio al 2 marzo, prende il via il Progetto Corpo Donna con le Belle Bendiere in «Hedda Gabler» nell’elaborazione di Elena Bucci e Marco Sgrosso. Dal 4 al 9 marzo Sara Sole, autrice e regista, presenta «Il giro dell’acqua» che ruota attorno all’incontro fra due marinai. A seguire, dall’11 al 13 marzo, Anna Redi presenta «Matres Matutae», spettacolo di teatro-danza, ispirato ai simboli del Sud. Dal 14 al 16 marzo TheatherAus presenta «SEqueNZA» di Domenico Sabino, mentre dal 28 al 30 chiude questo blocco tematico «Quattro pezzi elettroacustici su poesie di Giovanni Pascoli» con Sonia Bergamasco ed Ermanna Montanari. Conclude la stagione il blocco tematico Riscrivere la Città che ospita dal 18 al 20 aprile Raffaello Sanzio/Scott Gibbons in «The Cryonic Chants» di Scott Gibbons e Chiara Guidi, mentre dal 13 al 18 maggio Fanny & Alexander portano in scena Heliogabalus, per la regia di Luigi De Angelis.

Stefano de Stefano
 
OSSERVATORIO SULLA CAMORRA
Racket a Napoli: ''Troppa omertà nei quartieri borghesi''
CLICCA QUI
 
Osservatorio sulla camorra | Storia | Iniziative | Rubriche
Edizione Campania | Edizione Puglia |Corriere Economia
Servizio meteo | Info traffico | Trova lavoro
P. Iva 06890970632 editoriale del mezzogiorno srl Realizzato da D&D - Dinamica Digitale