Campania
Puglia
Economia
 
Home
Storia
Iniziative
Rubriche
Contatti
 
Annunci legali
Meteo
Info traffico
Trova lavoro







   
 
 
 ARTICOLO - Cartellone (Puglia)
 
Domani al Piccinni torna l’opera lirica con una «Cecchina» italo-americana - 11/09/2007

Bari - Nell’ambito delle manifestazioni per il terzo centenario della nascita, anche la città di Bari rende omaggio a Carlo Goldoni, rispolverando un legame illustre e fortunato: quello col compositore barese Niccolò Piccinni. Per gli appuntamenti speciali del cartellone della Fondazione lirico sinfonica Petruzzelli, infatti, domani andrà in scena un nuovo allestimento della Cecchina o sia La buona figliola, dramma giocoso in tre atti di Niccolò Piccinni su libretto di Carlo Goldoni, tratto dal romanzo Pamela, or Virtue Rewarded di Samuel Richardson, la cui prima rappresentazione fu inscenata al Teatro delle Dame di Roma il 6 febbraio 1760, inaugurando uno strepitoso successo internazionale, non solo nel mondo operistico, per il quale da più punti di vista quell’opera rappresenta uno spartiacque storico, ma anche del costume e delle mode (lo stile «alla Cecchina» si diffuse tra le dame del secondo Settecento). Già sette anni fa - quella volta nell’occasione del bicentenario della morte di Piccinni -, la Cecchina tornava a Bari, grazie alla cura filologica, ma anche alla attenzione per la vivacità narrativa del capolavoro buffo, riservatele dal maestro Vito Paternoster, che si occupò della revisione della partitura, «sporcata » da eccessivi rimaneggiamenti, oltre che della direzione d’orchestra. Di quella esperienza resta la registrazione live, su doppio cd, edita dalla bolognese Bongiovanni. Il nuovo allestimento è il frutto di una coproduzione, che vede coinvolti, oltre alla Fondazione Petruzzelli, il Conservatorio Piccinni di Bari e la School of Music della Northwestern University di Evanston (Chicago). Al progetto, con attività di studio e preparazione, collaborano anche il Festival di musica antica del Mediterraneo Mousiké, nel cui programma annuale l’opera è inserita, e l’Università di Bari. Al centro di studi e ricerche musicali Casa Piccinni è stato realizzato uno stage musicale e linguistico riservato quest’anno ad un gruppo di giovani cantanti americani, destinato a fare di Bari un punto di riferimento stabile per questa particolare specializzazione musicale. Per l’occasione sarà battezzata anche la prima orchestra barocca con strumenti antichi del Conservatorio di Bari, coordinata proprio dal maestro Vito Paternoster. Insomma, anche al di là dell’aspetto spettacolare, questo appuntamento in cartellone rappresenta un momento importante di crescita culturale della città. Adirigere l’orchestra sarà lo statunitense Stephen Alltop, noto anche per i suoi impegni di ricerca musicologica e per la parallela attività di tastierista, dall’organo al clavicembalo. La regia del nuovo allestimento è stata affidata invece a Noel Koran. I due sono rispettivamente docenti di direzione d’orchestra e di regia della Northwestern University di Chicago, coinvolta nel Progetto Cecchina. L’eroina piccinniana sarà interpretata dalla giovanissima e affascinante soprano Micaela Oeste. Dopo l’allestimento veneziano, al Teatro Malibran, lo scorso maggio, questa nuova Cecchina realizzata a Bari ha dunque tutti gli ingredienti, non solo per onorare la ricorrenza goldoniana, ma soprattutto per rilanciare il capoluogo pugliese nell’ambito delle produzioni musicali, che è, con la costruzione di spazi idonei, uno degli imperativi categorici per il rilancio culturale della città.

Enzo Mansueto
 
OSSERVATORIO SULLA CAMORRA
Racket a Napoli: ''Troppa omertà nei quartieri borghesi''
CLICCA QUI
 
Osservatorio sulla camorra | Storia | Iniziative | Rubriche
Edizione Campania | Edizione Puglia |Corriere Economia
Servizio meteo | Info traffico | Trova lavoro
P. Iva 06890970632 editoriale del mezzogiorno srl Realizzato da D&D - Dinamica Digitale