Campania
Puglia
Economia
 
Home
Storia
Iniziative
Rubriche
Contatti
 
Annunci legali
Meteo
Info traffico
Trova lavoro







   
 
 
 ARTICOLO - Cartellone (Campania)
 
Angeli e demoni a Casertavecchia - 05/09/2007

Els Comendiants aprono stasera Settembre al Borgo

Sarà lo spagnolo José Monleón, uno fra i maggiori studiosi del teatro europeo, saggista, critico, direttore della rivista «Primer Acto» e fondatore dell’Istituto Internazionale del Teatro del Mediterraneo, che tuttora dirige, ad aprirà il sipario del borgo antico di Casertavecchia per questa 37˚edizione di Settembre al Borgo. Lo ha fortemente voluto in Campania il nuovo direttore artistico della rassegna, il regista Maurizio Scaparro, che oggi alle 18 nella Chiesa dell’Annunziata, darà vita con lo stesso Monleón a una conversazione sui «Nuovi orizzonti del Teatro di Strada ». Perché come è ormai noto la manifestazione casertana da quest’anno vira decisamente in direzione delle performance a cielo aperto, recuperando una tradizione soprattutto medievale e intinerante, più che mai adatta ad un sito storico così ben conservato come quello della vecchia «Casa Irta». Il tema di questo primo Festival internazionale del Teatro di Strada sarà quindi «Il Mondo della luna», ideato dallo stesso Scaparro, con eventi che si svolgeranno fino al 14 settembre. Dopo il taglio del nastro, a cui parteciperanno anche l’assessore al Turismo e ai Beni culturali della regione Campania Marco Di Lello e l’amministratore dell’Ente Provinciale e per il Turismo di Caserta Vincenzo Iodice, la serata andrà avanti alle 19.30 con l’apertura a Palazzo dei Vescovi della preziosa mostra di disegni, bozzetti, oggetti, intitolata «La Strada» in omaggio al film-oscar di Federico Fellini, curata da Maria Bellini e Giuseppe Ricci. Ma il piatto forte, dal punto di vista spettacolare, sarà l’ingresso al borgo, alle 20.30, con Morfeo e la Luna che daranno il benvenuto agli spettatori per una sarabanda notturna nel segno della storica compagnia catalana Els Comediants. Con gli attori acrobati, già ammirati nei primi anni ’80 nella «presa» di Porta Capuana a Napoli con finti incendi e scalate ai merli delle torri, lo spazio urbano di Piazza del Duomo, del Cortile del Castello, del Belvedere, e delle tante stradine di Casertavecchia diventeranno un unico grande palcoscenico in cui prenderà forma «Dedalo Comediants». Il pubblico assisterà così a combattimenti fra angeli e demoni, draghi e cavalieri, cantastorie e musici, satiri e numeri acrobatici.

S. de St.
 
OSSERVATORIO SULLA CAMORRA
Racket a Napoli: ''Troppa omertà nei quartieri borghesi''
CLICCA QUI
 
Osservatorio sulla camorra | Storia | Iniziative | Rubriche
Edizione Campania | Edizione Puglia |Corriere Economia
Servizio meteo | Info traffico | Trova lavoro
P. Iva 06890970632 editoriale del mezzogiorno srl Realizzato da D&D - Dinamica Digitale