Campania
Puglia
Economia
 
Home
Storia
Iniziative
Rubriche
Contatti
 
Annunci legali
Meteo
Info traffico
Trova lavoro







   
 
 
 ARTICOLO - Cartellone (Campania)
 
Sorrento Jazz, tributo a Frank Sinatra - 28/08/2007

I fratelli Gonzalo e Crescenzo (Neri per Caso) ricordano «The Voice»

Finale d’agosto all’insegna dei tributi musicali. Dopo quello confezionato a Salerno per Gorni Kramer, re dello swing italiano, il Festival jazz di Sorrento replica con un omaggio alla «voice », il mitico Frank Sinatra, a cui è dedicata la quarta serata della rassegna diretta da Tullio De Piscopo e Antonino Esposito. Al Chiostro di San Francesco alle 21.30 salirà la Gerardo di Lella Big Band che ospiterà le voci di Mario, Mimì e Gonzalo dei Neri per Caso, il celebre gruppo salernitano di puro «vocalese». Icona dei nostri tempi, Sinatra fa parte di quella ristretta serie di miti musicali che ha attraversato il tempo senza mai vedere tramontare la propria stella, con schiere di ammiratori sparsi in tutto il mondo cresciuti anche dopo la sua morte, a partire da una nuova generazione di neo-krooner cresciuti nel suo segno. Con oltre 2mila canzoni interpretate per un totale di 166 album, la sua grandezza è cresciuta di anno in anno facendogli meritare soprannomi che sottolineavano la sua unicità: Fabolous Frank, The Voice, Old Blue Eyes, Lucky Frankie. Fra i «tribute» internazionali degli ultimi anni quelli di Robbie Williams, Harry Connick Jr, il già citato Bublè, Peter Cincotti, Rod Stewart e così via. Stasera i tre componenti dei Neri per caso, Mimì Caravano suo fratello Gonzalo e Mario Crescenzo, ripercorreranno in particolare il periodo «Rat Pack», il clan creato da Sinatra, insieme a Sammy Davis Jr. e Dean Martin, il tutto accompagnato da una formidabile Big Band che ripropone fedelmente gli arrangiamenti originali di Tommy Dorsey, Don Costa e Claus Ogerman. La big band di Gerardo Di Lella, pianista, compositore, arrangiatore e direttore d’orchestra, comprende una possente sezione fiati con quattro sassofoni, tre trombe e due tromboni, e ancora una tastiera, un pianoforte, un contrabbasso e una batteria. Ricordiamo inoltre che per il «Sorrento Jazz Tour» a partire dalle 19 l’Happy Hour del festival si svolgerà allo Stuzzichino di Sant'Agata sui due Golfi (Massa Lubrense) con il concerto dei Jackpot five swing band.

Stefano de Stefano
 
OSSERVATORIO SULLA CAMORRA
Racket a Napoli: ''Troppa omertà nei quartieri borghesi''
CLICCA QUI
 
Osservatorio sulla camorra | Storia | Iniziative | Rubriche
Edizione Campania | Edizione Puglia |Corriere Economia
Servizio meteo | Info traffico | Trova lavoro
P. Iva 06890970632 editoriale del mezzogiorno srl Realizzato da D&D - Dinamica Digitale