Campania
Puglia
Economia
 
Home
Storia
Iniziative
Rubriche
Contatti
 
Annunci legali
Meteo
Info traffico
Trova lavoro







   
 
 
 ARTICOLO - Cartellone (Campania)
 
«Io, calmante di quei tre anziani» - 24/08/2007

Silvana Fallisi in scena con Aldo, Giovanni e Giacomo

Con le gag di Aldo, Giovanni e Giacomo si chiude domenica il Festival di Paestum. Il trio, completato da Silvana Fallisi, presenta «Anplagghed ». Uno show replicato ormai da anni con una incredibile serie di «sold out». «Il mio ruolo è quello di calmante—dice Silvana Fallisi— anche perché ormai sono tre anziani e me ne devo prendere cura». Chi è il più divertente dei tre? «Devo rispondere per forza che è mio marito Aldo. Masono tutti e tre nello stesso piatto». È difficile tenere a bada e fare da spalla a un trio di questo tipo? «È complicato ma mi diverto molto. E poi mi muovo un po’ di meno, sai com’è: l’artrite...». Cosa è cambiato dai tempi di «Zelig» o di «Mai dire domenica». «Non saprei—risponde Aldo— io non mi sono accorto di cambiamenti. Certo le prime cose erano più fresche. C’è stata una evoluzione. Siamo più ordinati. Ma cose come "Tre uomini e una gamba" sono irripetibili. È la cosa più bella che abbiamo fatto al cinema». I meccanismi comici sono gli stessi, però. Siete tra i pochi a puntare su una comicità molto «fisica». «Credo che sia il motivo per cui si divertono anche i bambini - risponde Silvana. La nostra comicità è un pò alla Stanlio e Olio. Senza satira politica o temi scabrosi ». Dopo la tournée cosa farete? «Non lo so ancora», dice Aldo. «Giacomino sta scrivendo il nuovo film a quattro mani con il figlio. Ma non so ancora nulla». Niente televisione o una nuova collaborazione con Elio e Storie Tese? «Non abbiamo tempo per la televisione. E con Elio siamoamici. Se dovessimo avere una buona idea potremmo chiamarli o potrebbero essere loro a farlo. Siamo pronti». Siete i protagonisti di una serie di spot televisivi molto graditi. La cosa non vi ha logorato un po’? «Ma noi siamo gli autori degli spot. Certo il mondo della pubblicità è diverso e noi non siamo dei copywriter, però le gag sono nostre ci aiuta il regista Marcello Cesena. È un campo dove noi siamo liberi di fare quello che ci pare. Le giriamo in modo diverso di come si farebbe, ci divertiamo. Certo è che quando uno ci incontra per la strada la prima cosa che dice è "miiii! ma siete ancora qui?"».

Biagio Coscia
 
OSSERVATORIO SULLA CAMORRA
Racket a Napoli: ''Troppa omertà nei quartieri borghesi''
CLICCA QUI
 
Osservatorio sulla camorra | Storia | Iniziative | Rubriche
Edizione Campania | Edizione Puglia |Corriere Economia
Servizio meteo | Info traffico | Trova lavoro
P. Iva 06890970632 editoriale del mezzogiorno srl Realizzato da D&D - Dinamica Digitale