Campania
Puglia
Economia
 
Home
Storia
Iniziative
Rubriche
Contatti
 
Annunci legali
Meteo
Info traffico
Trova lavoro







   
 
 
 ARTICOLO - Cartellone (Campania)
 
Quando New York rideva in napoletano - 01/08/2007

Stasera lo show di Teatri Uniti inaugura le Giornate dell’Emigrazione

Promosse da Regione Campania e Associazione Asmef, partono stasera a Napoli, al Maschio Angioino, le «Giornate dell’Emigrazione». Alle 19, verrà inaugurata la mostra fotografica «Migrazioni italiane», a cura del centro Altreitalie e della Fondazione Agnelli. Interverranno l’assessore regionale Rosa D’Amelio, il presidente della Provincia Dino Di Palma, l’assessore comunale Valeria Valente, il presidente della Camera di commercio Gaetano Cola, il presidente dell’Asmef Salvo Iavarone, Maddalena Tirabassi del Centro Altreitalie e gli onorevoli Erminia Mazzoni e Salvatore Ferrigno (quest’ultimo eletto negli Usa). Alle 20 si terrà un incontro sul tema «Il ruolo della capitale del Sud nella storia dell’emigrazione italiana », animato dalla già citata Tirabassi, dal presidente della Fondazione Museo dell’emigrazione Francesco Durante, dal vicepresidente Asmef Elvira Grimaldi e da Germana Grasso. Alle 21, Teatri Uniti e Francesco Durante presenteranno la narrazione- spettacolo «Little Naples - Quando New York era la seconda città d’Italia ». Si tratta di un inedito percorso per suoni, parole e immagini nel teatro etnico italoamericano tra Otto e Novecento, con brani soprattutto ma non esclusivamente comici, suonati, cantati e recitati dal vivo dagli attori Andrea Renzi, Toni Laudadio, Enrico Ianniello, Luciano Saltarelli e dai musicisti Federico Odling e Vittorio Ricciardi. In primo piano, il repertorio di Eduardo Migliaccio, in arte «Farfariello», principe degli entertainer della prima generazione italoamericana, con i suoi testi irresistibili in cui il dialetto napoletano, mescidato con l’inglese, genera straordinari effetti comici. Le Giornate dell ’ Emigrazione proseguiranno domani a Lioni (ore 18,30, sala consiliare), sabato 4 agosto a Frasso Telesino (dalle 19 a palazzo Gambacorta) e domenica 5 a Castellabate (dalle 19 al Castello dell’Abate). Anche in queste altre tappe sarà spostata la mostra fotografica, si terranno brevi dibattiti sulla storia dell’emigrazione dai territori interessati, e si potrà assistere allo spettacolo di Teatri Uniti.
 
OSSERVATORIO SULLA CAMORRA
Racket a Napoli: ''Troppa omertà nei quartieri borghesi''
CLICCA QUI
 
Osservatorio sulla camorra | Storia | Iniziative | Rubriche
Edizione Campania | Edizione Puglia |Corriere Economia
Servizio meteo | Info traffico | Trova lavoro
P. Iva 06890970632 editoriale del mezzogiorno srl Realizzato da D&D - Dinamica Digitale