Campania
Puglia
Economia
 
Home
Storia
Iniziative
Rubriche
Contatti
 
Annunci legali
Meteo
Info traffico
Trova lavoro







   
 
 
 ARTICOLO - Cartellone (Campania)
 
«Lago dei cigni» fra romantico e decadente - 31/07/2007

Sul palcoscenico l’etoile di origine ucraina Irina Dvorovenko

Dodicimila posti a ingresso gratuito per una punta di diamante della storia del balletto classico, in scena venerdì 3 e sabato 4 agosto (ore 21) all’Arena Flegrea per la programmazione culturale estiva promossa sul territorio dalla Provincia di Napoli. E’ «Il lago dei cigni» di Ciajkovskij nella produzione creata nel ‘94 per il Teatro San Carlo dal coreografo cubano Ricardo Nuñez. Spettacolo vincitore in quell’anno del Premio «Danza&Danza», ballato da coppie di prima grandezza (Kozlova-Guerra, Illmann- Twesley, Semionova- Bolle) e, nei prossimi giorni, per la prima volta ritoccato per un palcoscenico sotto le stelle. A interpretarlo, accanto alla Compagnia di Balletto della Fondazione diretta da Anna Razzi e all’Orchestra sancarliana diretta da Kevin Rhodes, l'étoile d’origine ucraina Irina Dvorovenko, ballerina principale dell’American Ballet Theatre al suo esordio partenopeo, in tandem con il napoletano Giuseppe Picone, oggi free-lance ma anche lui gioiello forgiato nella meravigliosa Compagnia americana. Elaborato nel rispetto dell’urtext di Petipa ed Ivanov, ma originalmente ridisegnato in equilibrio fra la tradizione originale e le numerosissime rivisitazioni, il «Lago» secondo Nuñez assimila gli umori premonitori della finis Russiae e sposta l'azione dall’epoca medievale al tempo dello zar Nicola II: con tanto di Rasputin in odore di zolfo (il malvagio Rothbart), zarina (la regina madre) e un erede al trono sconvenientemente invaghito di un’ideale principessa-cigno. Dunque, una rilettura che vuole evidenziare i molteplici presupposti estetici, tecnico-stilistici ed espressivi di un capolavoro in bilico fra mondo romantico e sentori «décadent». L’ingresso gratuito - possibile grazie alla volontà dell’ente pubblico promotore, così come ribadito in sede di presentazione dello spettacolo dal presidente della Provincia, Dino Di Palma, e grazie al contributo della Società di Reti e servizi energetici «Acea» - sarà consentito presentando l’invito in distribuzione fino a esaurimento posti presso gli uffici della Mostra d’Oltremare, nei giorni feriali dalle ore 10 alle 13 e dalle 16 alle 18.

Paola De Simone
 
OSSERVATORIO SULLA CAMORRA
Racket a Napoli: ''Troppa omertà nei quartieri borghesi''
CLICCA QUI
 
Osservatorio sulla camorra | Storia | Iniziative | Rubriche
Edizione Campania | Edizione Puglia |Corriere Economia
Servizio meteo | Info traffico | Trova lavoro
P. Iva 06890970632 editoriale del mezzogiorno srl Realizzato da D&D - Dinamica Digitale