Campania
Puglia
Economia
 
Home
Storia
Iniziative
Rubriche
Contatti
 
Annunci legali
Meteo
Info traffico
Trova lavoro







   
 
 
 ARTICOLO - Cartellone (Puglia)
 
«Experimenta», musica e arte fra i trulli - 26/07/2007

Anche Elliott Murphy tra gli ospiti dell’edizione 2007, dall’8 al 12 agosto ad Alberobello

Bari - Musica, letteratura, arti visive. Nuovi linguaggi e contaminazione tra le forme espressive. «Experimenta», la rassegna della città di Alberobello, alla IX edizione, offre questi spunti. E ribadisce la natura della città quale centro di turismo culturale, e non di turismo usa e getta. L’edizione 2007, presentata ieri, è, comesempre, organizzata dalla cooperativa Herostrato («Time Zones »). Tanti gli appuntamenti, concentrati nella settimana compresa tra l’8 e il 12 agosto e tutti ad ingresso libero. Si può considerare «Experimenta» come un fiore all’occhiello della proposta culturale dell’estate barese. Crescita e sviluppo del festival sono merito anche di Giampiero De Santis, giovane assessore alla Cultura e al Turismo di Alberobello, scomparso un anno fa, che per quattro anni si è dedicato con entusiasmo a «Experimenta », ricordato dall’attuale assessore Maria Carmela Diddio. La «parola», il suo uso quotidiano e i rischi che il fraintendimento comporta, sono i temi portanti di quest’anno. Ogni artista che si esibirà ha, infatti, sviluppato una personale poetica sul linguaggio. Due le sezioni previste: musica e arte visiva. I concerti avranno come cornice il Trullo Sovrano. L’apertura è affidata alla Elliot Murphy Band, l’8 agosto. Murphy, newyorkese, è un musicista poco noto in Italia, ma nella sua America porta avanti, dagli anni Settanta, una ambiziosa ricerca musicale e linguistica. Scava nell’alternative country e nei paesaggi rurali della provincia americana, servendosi anche del jazz e dell’elettronica, e misurandosi con la scrittura di romanzi. Il suo ultimo album è Coming Home Again (2007). Un percorso analogo ha seguito Willy Vlautin, leader dei Richmond Fontaine, di Portland, Oregon, protagonisti della serata dell’11 agosto. Country, desert- rock e storie minimali cantate o raccolte in libri (è anch’egli romanziere), nella tradizione dello scrittore Raymond Carver. Thirteen Cities (2007) è l’ultimo lavoro dei Richmond Fontaine. Il 9 agosto è riservato al «mix» di scrittura e musica. Sul palco si esibiranno Umberto Petrin, pianista jazz, e il poeta Milo De Angelis; a seguire, l’arte dissacrante e provocatoria di Remo Remotti, scrittore e musicista, accompagnato da Manlio Maresca, chitarrista dei Neo, band di avanguardia jazz. Il 12 agosto toccherà infine a Iaia Forte e Danilo Rea, che porteranno in scena la «lettura-concerto» del racconto Interno familiare della scrittice Anna Maria Ortese. Dal 10 al 30 agosto sarà la volta di «Experimenta Art» (la sezione dedicata alle arti visive con opere di artisti italiani e non). Il tema rimane la «parola». Guillermina De Gennaro, direttrice della rassegna, racconta la scelta della tematica, nata dalla lettura del libro Per non voltare pagina della scrittrice e critica d’arte Anna D’Elia. Ispirazione delle opere saranno dunque le parole contenute nel libro, tra cui spicca «relazione», intesa come antitesi all’odio e all’aggressività. E, a tal proposito, D’Elia cita Se questo è un uomo di Primo Levi: la confusione delle lingue parlate nel lager è una Babele di parole destinata al non ascolto.

Vitandrea Silecchia
 
OSSERVATORIO SULLA CAMORRA
Racket a Napoli: ''Troppa omertà nei quartieri borghesi''
CLICCA QUI
 
Osservatorio sulla camorra | Storia | Iniziative | Rubriche
Edizione Campania | Edizione Puglia |Corriere Economia
Servizio meteo | Info traffico | Trova lavoro
P. Iva 06890970632 editoriale del mezzogiorno srl Realizzato da D&D - Dinamica Digitale