Campania
Puglia
Economia
 
Home
Storia
Iniziative
Rubriche
Contatti
 
Annunci legali
Meteo
Info traffico
Trova lavoro







   
 
 
 ARTICOLO - Cartellone (Campania)
 
«Ethnos» al via coi Dervisci rotanti - 15/07/2007

Sul palco la danza dell’estasi, rituale magico e spirituale

A Suleyman Erguner e ai Dervisci rotanti il compito di dare il via stasera al Parco dei Quartieri Spagnoli (ex Ospedale Militare) alla tredicesima edizione di «Ethnos - Festival internazionale di Musica Etnica », organizzato dalla Bazzarra con la direzione artistica di Gigi Di Luca. Suleyman Erguner, con più di cinquanta registrazioni a suo nome e con svariate collaborazioni nel campo della musica, è oggi tra i più noti neyzen a livello internazionale. L’appuntamento con i Dervisci rotanti e la loro danza dell’estasi è un rituale magico e spirituale in cui abiti e movimenti hanno una forte connotazione simbolica, indicando l’unione mistica col divino che si raggiunge attraverso la danza. La rassegna prosegue il 20 luglio, sempre a Napoli, con l’esibizione della compagnia di danza Tangokinesis in «Nuevo Tango». Questa è la prima compagnia argentina che ha unito - in una fusione fluida e naturale - la tecnica tradizionale del tango popolare con la danza contemporanea. Il 21 luglio, c’è il ritorno a «Ethnos » di Chico Cesar, reduce dalla fortunata collaborazione con Fiorella Mannoia nel suo disco «Onda Tropicale». Il cantautore brasiliano si esibirà con il Quinteto Da Paraiba, per presentare il suo nuovo disco «Uns Tempos Pra Ca». Il 22 luglio inizia il ciclo degli eventi nei comuni vesuviani. A Villa Campolieto, Ercolano, il concerto Sonos e Sinnos de Sardigna; un progetto esclusivo per Ethnos, un omaggio alla musica popolare e millenaria della Sardegna con le launeddas di Luigi Lai, la voce di Elena Ledda, l’organetto di Totore Chessa, la mandola di Mauro Palmas e la magia dei Tenores di Bitti. Il 24 luglio a Villa Bruno a San Giorgio a Cremano, la nuova voce del fado portoghese: Joana Amendoeira. IL 25 luglio a Villa Savonarola, Portici, Dobet Gnahore, nuova grande voce dell’Africa. Martedì 31 luglio la chiusura con l’atteso concerto di Teresa De Sio, che presenta - nella sua unica data napoletana - il nuovo disco «Sacco e Fuoco». I concerti nei comuni vesuviani saranno ad ingresso gratuito. Il prezzo dei biglietti dei concerti al Parco dei Quartieri Spagnoli è di 10 euro e di 15 euro per il concerto di Teresa De Sio.
 
OSSERVATORIO SULLA CAMORRA
Racket a Napoli: ''Troppa omertà nei quartieri borghesi''
CLICCA QUI
 
Osservatorio sulla camorra | Storia | Iniziative | Rubriche
Edizione Campania | Edizione Puglia |Corriere Economia
Servizio meteo | Info traffico | Trova lavoro
P. Iva 06890970632 editoriale del mezzogiorno srl Realizzato da D&D - Dinamica Digitale