Campania
Puglia
Economia
 
Home
Storia
Iniziative
Rubriche
Contatti
 
Annunci legali
Meteo
Info traffico
Trova lavoro







   
 
 
 ARTICOLO - Cartellone (Puglia)
 
Vasco, show per 50mila e after-show per pochi - 12/07/2007

Bari - Dal tramonto all’alba in compagnia di Vasco. Spente le luci del palcoscenico, mentre la maggior parte dei fan - 50mila al concerto del San Nicola - sono rimasti intrappolati nel traffico sino alle due di notte, una festa esclusiva si animava nell’area vip dello stadio. Pochi fortunati hanno potuto incontrare il loro idolo e il resto della band dopo la mezzanotte. Lo spettacolo di martedì del rocker emiliano a Bari non si è chiuso con le note di Albachiara, almeno per chi ha avuto la possibilità di partecipare all’After show, in programma, al termine del concerto, come in tutte le tappe del tour, all’interno dello stadio. Come in ogni festa che si rispetti, non poteva mancare una tavola imbandita. È stato offerto un gustoso buffet con penne al forno, arrosti, contorni, sformati e dolci di tutti i tipi, graditi soprattutto da chi era lì già dalle prime ore del pomeriggio. Una festa riservata ad un centinaio di persone, tra infiltrati, possessori di pass colorati al polso, intrattenuti dalla house music del dj e speaker di Radio dimensione suono, Claudio Guerrini, che sta seguendo il tour del cantante in tutta Italia: con la sua voce ha aperto e condotto con energia, prima dell’ingresso dei gruppi spalla, anche il pre-show in attesa del concerto. All’after super blindato hanno preso parte non solo i rappresentanti degli sponsor, come Campari, Rds e Gratta e Vinci (official partner del «Vasco Live 2007» e unico sponsor a dare l’opportunità on-line di aggiudicarsi l’ingresso all’after-show) e gli addetti ai lavori, ma tutti i componenti del gruppo. Il primo a fare il suo ingresso alla festa è stato lo storico chitarrista Maurizio Solieri. Tra un drink e l’altro ha regalato autografi e foto ai fan. Seguito da Stef Burns e Claudio Golinelli detto il «Gallo» che più discreti hanno preferito accomodarsi nel privè allestito per accogliere la star. Con uno stile tipico inglese, Alberto Rocchetti, pianoforte e tastiere della band, si concedeva gentilmente a chiunque volesse condividere con lui un frammento della serata anche solo con uno scatto fotografico. Presenti al party anche i Frontiera, la rock-band composta da sei giovani reggiani, che fanno da spalla quest’anno al tour estivo di Vasco. Guidato da Lorenzo Campani, in arte Lorenzo Frontiera, voce del gruppo. Campani durante la serata ha svelato una piccola curiosità: probabilmente sarà la voce di un cartone animato ancora «in costruzione», ovvero la risposta maschile alle famose Winx, diventate un successo televisivo senza precedenti per il pubblico delle bimbe. Presenti, quasi nascosti in un angolo del locale, discreti e visibilmente commossi dalle vibrazioni che l’incontro con Vasco ha regalato loro in questi giorni dopo tanto dolore, la Combriccola del Blasco di Mimmo Bucci. E finalmente intorno alle tre arriva lui. Gli uomini della sicurezza creano una barriera davanti all’entrata del privè e vietano le foto a chi si trova oltre l’ingresso. Ma neanche le poche persone selezionate per avvicinarlo resistono ad un bacio o una foto con il leader di Zocca. Una veloce apparizione. Quindici minuti e Vasco saluta allontanandosi. Tra bellissime hostess, cocktail e prosecco a fiumi la festa comunque è proseguita sino alle quattro e mezza del mattino, quando forse solo da poco più di un’ora gran parte dei 50mila fan aveva fatto ritorno a casa dopo una giornata ricca di emozioni.

Mariangela Pollonio
 
OSSERVATORIO SULLA CAMORRA
Racket a Napoli: ''Troppa omertà nei quartieri borghesi''
CLICCA QUI
 
Osservatorio sulla camorra | Storia | Iniziative | Rubriche
Edizione Campania | Edizione Puglia |Corriere Economia
Servizio meteo | Info traffico | Trova lavoro
P. Iva 06890970632 editoriale del mezzogiorno srl Realizzato da D&D - Dinamica Digitale