Campania
Puglia
Economia
 
Home
Storia
Iniziative
Rubriche
Contatti
 
Annunci legali
Meteo
Info traffico
Trova lavoro







   
 
 
 ARTICOLO - Cartellone (Campania)
 
Laura canta «Munastero ’e Santa Chiara» - 12/07/2007

La Pausini a Ischia: col napoletano mi aiuterà il mio collaboratore «Posillipo»

Con Laura Pausini che canta «Monastero ‘e santa Chiara», Hilary Swank che dichiara di voler girare un film con Muccino e Sir Ben Kingsley che svela di aver rinunciato a fare un disco con i Beatles, l’Ischia Global Fest è ormai nel pieno dell’attività. Se alla premiazione di martedì era intervenuto in diretta via telefono Luciano Pavarotti, smentendo di persona le brutte notizie sul suo stato di salute, ieri sera sono saliti sul palcoscenico del Regina Isabella per la premiazione Hilary Swank, il regista messicano di Harry Potter, Alfonso Quaròn, Laura Pausini e poi in ordine sparso Raul Bova, Jason Weinberg, Humberto Gatica. Questa sera ospiti e star di Hollywood si trasferiranno ai Giardini di Poseidon per il party offerto dal brand di Massimo Bottiglieri e dal Casinò di Venezia dove è atteso Aurelio De Laurentis. Laura Pausini, la voce pop italiana più famosa al mondo, ha dichiarato di voler fare un disco di canzoni napoletane. Detto fatto. Si è messa a cantare «Munastero ‘e santa Chiara». Performance breve ma molto applaudita. "Con la lingua napoletana - ha detto la Pausini - mi aiuterà il mio collaboratore Francesco che è di Napoli e che io chiamo "Posillipo"». Molto allegra Hilary Swank che si è fatta fotografare con lo sfondo dell’arcipelago Flegreo mentre al Regina Isabella ieri sono arrivati Treat Williams, attore che esordì con Steven Spielberg, Ioan Gruffudd, il Mister Fantastic dei Fantastici Quattro, Anna Falchi, una candida Francesca Dellera che teme il sole come i vampiri. Sir Ben Kingsley ha incontrato la stampa parlando dei suoi due nuovi film in lavorazione: una commedia ambientata a New York ed un film drammatico. Tra le iniziative più interessanti la proiezione del film appena restaurato da Sky television «Il Sorpasso». Mentre il geniale regista messicano Alfonso Cuaròn ha raccontato di essere un ammiratore di Paolo Sorrentino e di Emanuele Crialese. «Il cinema italiano è unico nel suo genere - ha detto il regista - almeno quello tra gli anni ’40 e ’70. Mi innamorai di film come "Morte a Venezia" e "Ladri di biciclette" ». Intanto il grande regista Oliver Stone è approdato ieri sera sull’isola, sul molo del Regina Isabella. Sarà lui il protagonista della giornata e il primo premiato della serata di gala ai Giardini Poseidon di Forio. L’«Hollywood Party», sponsorizzato da Bottiglieri, vedrà tra gli invitati anche Paul Haggis, Michael Radford, Terry Gilliam, Clotilde Courau, Stephen Frears, Claude Lelouch, Monica Cruz, Raul Bova, Enrico Lo Verso, Federico Zampaglione, Laura Morante, Michele Placido, Francesca Dellera, Anna Falchi e Andrea Bocelli.

Biagio Coscia
 
OSSERVATORIO SULLA CAMORRA
Racket a Napoli: ''Troppa omertà nei quartieri borghesi''
CLICCA QUI
 
Osservatorio sulla camorra | Storia | Iniziative | Rubriche
Edizione Campania | Edizione Puglia |Corriere Economia
Servizio meteo | Info traffico | Trova lavoro
P. Iva 06890970632 editoriale del mezzogiorno srl Realizzato da D&D - Dinamica Digitale