Campania
Puglia
Economia
 
Home
Storia
Iniziative
Rubriche
Contatti
 
Annunci legali
Meteo
Info traffico
Trova lavoro







   
 
 
 ARTICOLO - Cartellone (Campania)
 
Giffoni, al via con Harry Potter - 11/07/2007

Ieri l’anteprima con «L’ordine della Fenice», in arrivo Polanski e De Vito

Dopo Londra c’è Giffoni. Il Giffoni film festival dove ieri il taglio del nastro è stato affidato all’anteprima di «Harry Potter e l’Ordine della Fenice». Un esordio con una esclusiva che racconta bene quel che sarà il festival del cinema per i ragazzi giunto alla sua trentasettesima edizione. Ieri presentazione della kermesse prima a palazzo Santa Lucia, sede della Regione, poi a Giffoni. Da oggi la rutilante atmosfera di un festival che, dopo Venezia, è il più importante in Italia (oltre che il più noto). I Simpson, Shrek terzo, il topino gourmet Ratatouille sono fra le chicce della rassegna ideata e diretta da Claudio Gubitosi, in programma nella cittadina campana fino al 21 luglio. Tema di quest’anno sono i «Confini», esplorati nelle più diverse accezioni, da quelli fra culture, a quelli più labili fra infanzia ed età adulta. Lunghissimo l’elenco degli ospiti italiani e internazionali: fra gli altri Danny de Vito, Roman Polanski, Gillian Anderson (quella di X -Files), Jim Caviezel, Carlo Verdone, Lino Banfi, l’astronauta Umberto Guidoni e Federico Zampaglione - presente nella doppia veste di musicista e di cineasta - che riceverà un premio per il suo debutto come regista con Nero Bifamiliare. Dei 1600 film in pre-selezione ne sono stati scelti 54 per il fuori concorso e 64 per il concorso, che verranno valutati da 2000 fra bambini e ragazzi provenienti da 30 nazioni, fra cui oltre all’Italia, Palestina, Bielorussia Israele, Stati Uniti, e per la prima volta, Emirati Arabi, Messico, Repubblica Domenicana, Malta, Grecia, Moldavia. Fra le pellicole in gara ci sono Care of Footpath, opera prima del regista più giovane al mondo, l’indiano undicenne Kishan Shrikant; Rosso Malpelo di Pasquale Scimeca, dedicato al lavoro minorile; Michou D’Auber con Gerard Depardieu nel ruolo del padre adottivo di un piccolo arabo. In programma anche le anteprime di Persepolis di Marjan Satrapi e Vincent Paronnaud, il film d’animazione premio della Giuria a Cannes, e di Mineurs di Fulvio Wetzl e Valeria Vaiano, sulla storia dei figli di alcuni minatori lucani in Belgio. Il festival renderà omaggio a Luigi Comencini con il suo film tv «Il matrimonio di Caterina» e a Sergio Leone con la versione restaurata di «Per qualche dollaro in più». Giffoni intanto guarda già lontano, ad Hollywood dove è di casa da tre anni e a Dubai. E, come assicurato dal governatore Bassolino, guarda alla città del cinema, finanziata per 20 milioni di euro complessivi) perché Giffoni punti anche alla «produzione».

Anna Paola Merone
 
OSSERVATORIO SULLA CAMORRA
Racket a Napoli: ''Troppa omertà nei quartieri borghesi''
CLICCA QUI
 
Osservatorio sulla camorra | Storia | Iniziative | Rubriche
Edizione Campania | Edizione Puglia |Corriere Economia
Servizio meteo | Info traffico | Trova lavoro
P. Iva 06890970632 editoriale del mezzogiorno srl Realizzato da D&D - Dinamica Digitale