Campania
Puglia
Economia
 
Home
Storia
Iniziative
Rubriche
Contatti
 
Annunci legali
Meteo
Info traffico
Trova lavoro







   
 
 
 ARTICOLO - Cartellone (Campania)
 
Ravello, tutte le arti ogni settimana - 28/06/2007

Prende il via domani la ricca kermesse diretta da Mauro Meli

Sarà come vivere un festival alla settimana, pur restando negli incomparabili scenari di Ravello e dei suoi articolati spazi, interni ed esterni. Si annuncia con questa novità, ovvero il raggruppamento in sette giorni di tutte le sezioni della rassegna, l’edizione 2007 della prestigiosa kermesse. Che partirà domani per andare avanti fino all’8 settembre, con eventi musicali, cinematografici, d’arte e letterari, in grado di offrire una visione d’insieme della manifestazione anche ai turisti in transito in Costiera per soli pochi giorni. Il tema affrontato dal direttore generale Mauro Meli sarà la «Passione», filo conduttore che attraverserà «Musica Sinfonica », «Musica da Camera», «Tendenze », «Passeggiate Musicali», «Cinemusic », «Arti Visive», «Eventi Speciali » e «Formazione», tutte le sezioni in cui è articolato il Ravello Festival. «Ho rimodulato il programma - spiega Meli - perchè ogni settimana ci sia un festival nel festival. Ravello è un luogo unico per i suoi scenari naturali e per la sua storia, ma anche per lo spirito con cui viene vissuto da viaggiatori colti e curiosi».Equesto motiva le ragioni della «ristrutturazione». «Ogni settimana ci sarà un film, un concerto sinfonico, un appuntamento da camera, un incontro con l’autore, mostre ed istallazioni, tutti eventi che saranno presentati alternandosi sul Belvedere e nei luoghi più suggestivi di Ravello». Questo Festival è dedicato ad Oscar Niemeyer, l’architetto autore del progetto dell’Auditorium prossimo venturo. «Per me è un grande privilegio - prosegue infatti Meli - lavorare in un luogo che ha stimolato la creatività di un genio del nostro tempo quale è Niemeyer. Il suo Auditorium potrà diventare per tutto il mondo un altro segno distintivo di Ravello». Già a partire dal giorno dell’inaugurazione, il 29 giugno, ci saranno proposte che rispecchiano i caratteri della rassegna. Sulla terrazza del Belvedere di Villa Rufolo sarà infatti protagonista la grande musica sinfonica con la direttrice basca Inma Shara che dirigerà l’Orchestra del Teatro Regio di Parma per un programma dedicato alla passione di Romeo e Giulietta, raccontata in musica da Berlioz, Caikovskij e Prokof’ev. Eprima ancora della musica sinfonica, sempre il 29 giugno, si apriranno i lavori del XXII Seminario dell’Estate, intitolato «La Passione organizzativa» promosso da Domenico De Masi, ideatore e patron del festival. Fra i partecipanti Simona Argentieri, Remo Bodei, Umberto Galimberti, Helio Matar, Luiz Henrique da Silveira, Enrico Bertolino, Maria Grazia Falciatore, e lo stesso De Masi. Sempre nella giornata inaugurale le sale di Villa Rufolo saranno aperte alle 12 per la mostra curata da Achille Bonito Oliva, che affronta il tema della Passione con un doppio omaggio alla donna: «Passiorama», un’ampia ricognizione del lavoro di Carol Rama, Leone d’oro alla carriera alla Biennale di Venezia e poi «Passioni minime», un panorama multimediale di artiste provenienti da diversi continenti. Il primo degli eventi speciali è in programma per sabato sempre al Belvedere di Villa Rufolo con il concerto del jazzista Mario Biondi. «Domenica sera - conclude Meli - i solisti del Teatro Regio di Parma renderanno omaggio alla musica di Richard Wagner, uno dei numi tutelari della splendida cittadina e del suo festival».

S. de St.
 
OSSERVATORIO SULLA CAMORRA
Racket a Napoli: ''Troppa omertà nei quartieri borghesi''
CLICCA QUI
 
Osservatorio sulla camorra | Storia | Iniziative | Rubriche
Edizione Campania | Edizione Puglia |Corriere Economia
Servizio meteo | Info traffico | Trova lavoro
P. Iva 06890970632 editoriale del mezzogiorno srl Realizzato da D&D - Dinamica Digitale