Campania
Puglia
Economia
 
Home
Storia
Iniziative
Rubriche
Contatti
 
Annunci legali
Meteo
Info traffico
Trova lavoro







   
 
 
 ARTICOLO - Cartellone (Campania)
 
Castelnuovo, cento anni di Nino Taranto - 25/06/2007

Apre la mostra della Fondazione alla kermesse «Emozioni Napoli»

Stamane alle 11 nell’Antisala dei Baroni al Maschio Angioino nell’ambito della 24 ore di eventi emusica «Emozioni Napoli» apre al pubblico la mostra «Nino Taranto ha 100 anni», a cura di Giulio Baffi. La inaugurano gli eredi dell’attore con gli assessori Di Lello, Martano e Valente, Scalabrini dell’Ept ed il critico Mario Franco. Creata coi cimeli gelosamente custoditi dalla Fondazione Taranto, la mostra raccoglie 200 foto e 50 pannelli con gigantografie, caricature, locandine e corrispondenze, ed una serie di costumi di scena che comprendono la famosa paglietta a tre pizzi delle macchiette. L’esposizione è corredata da un tappeto sonoro che riproduce oltre 200 brani musicali interpretati da Taranto, ed un video percorso di sketch con frammenti cinematografici e teatrali tra Totò, Zampa, Comencini ed il teatro di Viviani, comprese le intramontabili macchiette Ciccio Formaggio e Carlo Mazza. La mostra resterà al Maschio Angioino per una settimana, fino al primo luglio, poi sarà esposta in tutte le città italiane che la vorranno per volontà della Fondazione Taranto. Ed al castello proseguono fino a stasera gli eventi di «Emozioni Napoli», 25 spettacoli per 25 ore tutti ad ingresso gratuito. La kermesse ha compresso in un unico cast La Capria, Rea, Compagnone e Scognamiglio con la tombola napoletana, oopure la «Storia delle antiche tradizioni della notte di San Giovanni » raccontata del maestro Roberto De Simone (in programma stamane alle 10) o le più belle canzoni della tradizione proposte dalla Napoli Mandolin Orchestra. Passando per il concerto dell’alba per sassofoni, fiati e loops, un a-solo di Riccardo Veno, ed il jazz dell’emergente Moonbeams Trio. E per i più piccoli, le antiche guarattelle di Bruno Leone, Carmine Perna e dei loro giovani promettenti allievi. Ed inoltre: le canzoni del Piedigrotta nella postazione curata dall’Archivio Sonoro della Canzone Napoletana; le macchiette dei Virtuosi di San Martino; un omaggio a Renato Pazzaglia di Adriano Mottola ed ancora un «Concerto napoletano» per la conclusione affidata a Lina Sastri. (l.m.)
 
OSSERVATORIO SULLA CAMORRA
Racket a Napoli: ''Troppa omertà nei quartieri borghesi''
CLICCA QUI
 
Osservatorio sulla camorra | Storia | Iniziative | Rubriche
Edizione Campania | Edizione Puglia |Corriere Economia
Servizio meteo | Info traffico | Trova lavoro
P. Iva 06890970632 editoriale del mezzogiorno srl Realizzato da D&D - Dinamica Digitale