Campania
Puglia
Economia
 
Home
Storia
Iniziative
Rubriche
Contatti
 
Annunci legali
Meteo
Info traffico
Trova lavoro







   
 
 
 ARTICOLO - Cartellone (Puglia)
 
In Salento due festival dedicati al pianoforte - 20/06/2007

Da domani a Lecce il «Miami International». Il 27 a Gallipoli Sokolov apre il «Greats in Concert»

Lecce - All’ombra del barocco, Lecce torna ad essere l’America del pianoforte. Dopo le edizioni del 2003 e del 2005, il capoluogo salentino ospita da domani al 4 luglio la versione europea del Miami International Piano Festival: con uno sguardo sui nomi emergenti della scena mondiale e alcuni consacrati fuoriclasse. Per una programmazione che tiene conto della tradizione europea, ma anche delle diverse anime della vasta produzione americana del Novecento. E’ questo, in estrema sintesi, il progetto studiato per la terza edizione del Miami International Piano Festival in Lecce dal direttore artistico Francesco Libetta, pianista salentino di classe cristallina che sarà tra i protagonisti del cartellone, ideato con la consulenza del critico musicale Eraldo Martucci. Rispetto al passato la principale novità è rappresentata dalla collaborazione con l’Istituto Mendelssohn diretto da Ippazio Ponzetta, che all’interno del Mipf di Lecce proporrà il trittico di concerti (presentati ieri in conferenza stampa) del gemellato International Piano Festival «The Greats in concert», per il quale al teatro Italia di Gallipoli suoneranno il gigante russo Grigory Sokolov (27 giugno), lo stesso Libetta (29 giugno) e l’Orchestra del Festival di Miami in Lecce, diretta dall’americano William Noll, con i pianisti Conrad Tao (enfant prodige statunitense di soli dodici anni), Gülsin Onay (Turchia) e Ilya Itin (Russia). Sarà lo stesso Noll, d’altronde, a salire domani sul podio dell’Orchestra di fiati del Master Accademico del Conservatorio «Tito Schipa» per i l concerto inaugurale del Miami in Lecce, in programma alle ore 21.30 nello splendido chiostro del monastero dei Teatini di Lecce, dove al pianoforte si alterneranno Ratimir Martinovic, Valeria Vetruccio, Jorge Luis Prats e un altro grande talento pugliese della tastiera, il barese Emanuele Arciuli, che gli appassionati potranno ascoltare anche venerdì al teatro Paisiello in un concerto a stelle e strisce con musiche di Ives, Wyner e Adams. Intrigante e raffinato tutto il cartellone di appuntamenti, che annovera tra i suoi protagonisti più accreditati anche l’ucraino Alexander Gavrylyuk e lo statunitense Adam Neiman. Venti i concerti in calendario (tra Lecce e Gallipoli), con lo spettacolare appuntamento finale nel giorno dell’Indipendenza americana, durante il quale verrà eseguita la versione per sedici pianoforti a quattro mani del Tannhäuser di Wagner trascritto da Louis Moreau Gottschalk. E, ancora, incontri, masterclass, conferenze, una mostra su «Le macchine del suono» e la proiezione del film di Bruno Monsaingeon, Glenn Gould Hereafter, omaggio al grande pianista canadese nel venticinquesimo anniversario della scomparsa. E l’ormai tradizionale appuntamento con la danza del Balletto del Sud di Fredy Franzutti, che il 3 luglio sarà coinvolto in una serata Chopiniana.

Francesco Mazzotta
 
OSSERVATORIO SULLA CAMORRA
Racket a Napoli: ''Troppa omertà nei quartieri borghesi''
CLICCA QUI
 
Osservatorio sulla camorra | Storia | Iniziative | Rubriche
Edizione Campania | Edizione Puglia |Corriere Economia
Servizio meteo | Info traffico | Trova lavoro
P. Iva 06890970632 editoriale del mezzogiorno srl Realizzato da D&D - Dinamica Digitale