Campania
Puglia
Economia
 
Home
Storia
Iniziative
Rubriche
Contatti
 
Annunci legali
Meteo
Info traffico
Trova lavoro







   
 
 
 ARTICOLO - Cartellone (Campania)
 
«Emozioni Napoli» per 25 ore - 19/06/2007

La kermesse compresa fra le 21 di sabato e le 22 di domenica

Uno spettacolo lungo 25 ore, dalle 21 di sabato 23 alle 22 di domenica 24 giugno. E’ l’originale format di «Emozioni Napoli» versione estiva, una no-stop di eventi dedicati alla grande tradizione partenopea curata da Giulio Baffi, che propose questa idea già nelle giornate di Pasqua. E poiché, come ribadito nel corso della presentazione di ieri nella sede dell’Ept di Napoli, ciò che i turisti - specie stranieri - chiedono è la possibilità di ritrovare alle falde del Vesuvio un humus non oleografico della cultura napoletana più schietta, ecco la risposta. Per ora parziale, riservata a soli due giorni, ma in futuro ampliabile per tempi e sedi. Si spiega così l’attenzione che il padrone di casa, Dario Scalabrini e le assessore Valeria Valente e Giovanna Martano (entrambe con la delega al turismo, la prima comunale, la seconda provinciale)hanno dedicato all’iniziativa, che fra l’altro prevede anche l’omaggio al centenario della nascita di Nino Taranto. «Ho già ricevuto numerose richieste - ha spiegato Baffi - da più parti d’Italia per conoscere i contenuti del programma e prenotare il relativo soggiorno. In particolare da Trieste e da una coppia di sposi che mi chiedevano una cinquantina di ingressi per convincere i parenti e gli amici provenienti da altre città a restare a Napoli, anche dopo la cerimonia fissata proprio al Maschio Angioino». E infatti proprio nel maniero simbolo della città alle 21 di sabato la kermesse avrà inizio con l’Orchestra Barocca della Cappella della Pietà de’ Turchini diretta da Antonio Florio che nel cortile centrale eseguirà «Angeli e demoni», un percorso fra opera seria e opera buffa nel ’700 napoletano. Alle 22, nella Loggia-Caffè, «’e curti» un’azienda vesuviana presenterà «Conoscere il nucillo », con storie suggerimenti e degustazioni della celebre bevanda estratta dalle noci che proprio nel giorno 24 di giugno vengono colte e pestate. Nella Sala della Loggia a partire dalle 22.30 andrà in scena «Malavitacontinua», racconto per assoli, suoni e sembianze con Antonello Cossia, Raffaele Di Florio e Riccardo Veno. Che all’alba, verso le 5 del mattino deambulerà con il suo sax sugli spalti del castello. E nel frattempo i video con «Skakespea-re di Napoli» di Ruggero Cappuccio o la tombola «scostumata» di Gino Curcione a mezzanotte e le storie di San Giovanni raccontate da Roberto De Simone. Non manchernno i Virtuosi di San Martino, Pulcinella e le guarrattelle di Bruno Leone, le canzoni di giacca di Ciro Capano, un’orchestra di mandolini, la proiezione di «Assunta Spina» con voce recitante di Enzo Salomone e ancora Monica Sarnelli e il gran finale con il concerto di Lina Sastri fissato per domenica alla 22.

Stefano de Stefano
 
OSSERVATORIO SULLA CAMORRA
Racket a Napoli: ''Troppa omertà nei quartieri borghesi''
CLICCA QUI
 
Osservatorio sulla camorra | Storia | Iniziative | Rubriche
Edizione Campania | Edizione Puglia |Corriere Economia
Servizio meteo | Info traffico | Trova lavoro
P. Iva 06890970632 editoriale del mezzogiorno srl Realizzato da D&D - Dinamica Digitale