Campania
Puglia
Economia
 
Home
Storia
Iniziative
Rubriche
Contatti
 
Annunci legali
Meteo
Info traffico
Trova lavoro







   
 
 
 ARTICOLO - Cartellone (Campania)
 
In via Caracciolo lo show del beach-tennis - 06/06/2007

A luglio il torneo nazionale: lungomare chiuso per tre giorni

Tutti pazzi per il beach tennis. I pesi massimi di questa spettacolare disciplina, sempre più quotata tra gli sport d’estate, fa tappa a Napoli dal 6 all’8 luglio. Sarà la sabbia lavica della rotonda Diaz, sul lungomare, ad ospitare la quarta tappa del circuito nazionale di beach tennis master tour. Dalla California alla Romagna, un numero sempre crescente di stabilimenti balneari si stanno attrezzando per far spazio agli appassionati di questo sport, che a luglio, per la prima volta, approderà sul Golfo (anche se durante l’ultima Notte bianca partenopea se n’è avuto un importante assaggio). Per tre giorni via Caracciolo sarà chiusa al traffico di auto e moto per permettere il miglior svolgimento delle gare. Spettacolo e sport si fondono nella manifestazione - organizzata da Giuseppe Radin, fiduciario beach tennis per la Federazione italiana tennis (Fit) Campania - che saluterà la presenza dei campioni in carica Paolo Tazzari e Marco Garavini, oltre al napoletano Massimo Boscatto, ex tennista ora «convertito» alla fascinosa variante in sabbia della terra rossa. Verranno allestiti due campi di gioco, uno di allenamento e un campo centrale, con una tribuna di 400 posti. Il programma: incontri preliminari venerdì 6 luglio; semifinali e finali nei giorni a seguire. Sabato 7, nel pomeriggio, scenderanno in campo anche i personaggi della tv. Stanno già scaldando i muscoli Manuel Casella, Beppe Convertini, Attilio Romita, Giuliano Giubilei e con loro un’agguerrita squadra «female »: Federica Ridolfi, Cristina Quaranta, Marina Graziani, Patrizia Natek, Sabrina Marinangeli. La kermesse è inserita nell’International week-end sport di Napoli. Una cascata di eventi: al beach tennis tricolore si affianca la prestigiosa Capri-Napoli, maratona del mare con regate di canottaggio insieme alla storica gara di nuoto di gran fondo. «Questo sport ha un grande futuro». Ha esordito così il giornalista Massimo Caputi, nel corso della conferenza stampa tenutasi ieri al circolo Canottieri Napoli. Che c’entra il superesperto di calcio Caputi con questa disciplina? «Sono un assiduo praticante. Perciò mi hanno fatto dirigente della Fit con delega al beach tennis ».

Alessandro Chetta
 
OSSERVATORIO SULLA CAMORRA
Racket a Napoli: ''Troppa omertà nei quartieri borghesi''
CLICCA QUI
 
Osservatorio sulla camorra | Storia | Iniziative | Rubriche
Edizione Campania | Edizione Puglia |Corriere Economia
Servizio meteo | Info traffico | Trova lavoro
P. Iva 06890970632 editoriale del mezzogiorno srl Realizzato da D&D - Dinamica Digitale