Campania
Puglia
Economia
 
Home
Storia
Iniziative
Rubriche
Contatti
 
Annunci legali
Meteo
Info traffico
Trova lavoro







   
 
 
 ARTICOLO - Prima pagina (Puglia)
 
Blocchi stradali, sequestri all’Ilva:Taranto è in agonia - 01/06/2007

Rivolta dei lavoratori dell’Arsenale e delle ditte di pulizia, aggrediti i due candidati a sindaco

Taranto - Blocchi stradali, cassonetti rovesciati, spazzatura sparsa a terra, urla, invettive, malori, il tentativo di una donna di darsi fuoco con la benzina, interventi del 118. Quella di ieri è stata una giornata ad alta tensione ieri a Taranto per la protesta dei lavoratori impiegati nelle pulizie delle scuole statali. Di fronte alla prospettiva di vedersi ridurre da oggi l’orario di lavoro da quattro ore a una soltanto protestano da tre giorni occupando per quasi dieci ore il ponte girevole. Ieri la situazione è esplosa sfuggendo di mano anche ai sindacati. Circa duecento persone hanno messo sotto assedio lo snodo nevralgico di Taranto. L’incontro tra i candidati al ballottaggio, Ippazio Stefàno e Gianni Florido, con i lavoratori non è stato dei più facili (nelle foto di Ingenito). Sono stati subissati di improperi, di spintoni, di urla. Sempre ieri a Taranto il sostituto procuratore della Repubblica presso il Tribunale Antonella Montanaro ha disposto il sequestro preventivo del Tubificio 2 dell’Ilva che per un guasto avrebbe sversato in mare olio combustibile. Riva: tutto rimesso a norma.

Bechis, Dinoi
 
OSSERVATORIO SULLA CAMORRA
Racket a Napoli: ''Troppa omertà nei quartieri borghesi''
CLICCA QUI
 
Osservatorio sulla camorra | Storia | Iniziative | Rubriche
Edizione Campania | Edizione Puglia |Corriere Economia
Servizio meteo | Info traffico | Trova lavoro
P. Iva 06890970632 editoriale del mezzogiorno srl Realizzato da D&D - Dinamica Digitale