Campania
Puglia
Economia
 
Home
Storia
Iniziative
Rubriche
Contatti
 
Annunci legali
Meteo
Info traffico
Trova lavoro







   
 
 
 ARTICOLO - Cartellone (Campania)
 
Confalone, risate surreali - 08/05/2007

«Capasciacqua» all’Auditorium del Bellini

«Capasciacqua nasce nel segno di Peter Sellers, un attore che amo come pochi altri. I personaggi “autenticamente” stupidi producono una vertigine, uno stato di ebbrezza dal quale non si vorrebbe più venire fuori». Così Marina Confalone parlando dello spettacolo ideato e scritto insieme a Luciano Saltarelli, che da stasera fino a domenica chiuderà la stagione di «Nuovi Sentieri6» all’Auditorium del Teatro Bellini. Al suo fianco in scena Pino Strabioli, il conduttore di «Aspettando cominciamo bene », ogni mattina alle 9 su Raitre, e Gigi Cricelli, che insieme danno vita ad una commedia che ruota intorno al surreale e svampito personaggio di Palmira Portarapillo, interpretato dalla stessa Confalone, che cura anche la regia. Le musiche sono di De Luca & Forti, le scene di Annalisa Ciaramella, le luci di Francesco De Rosa. L’umorismo promesso dai protagonisti parte dal tradizionale escamotage del gioco degli equivoci che si articolerà su settanta minuti di originale comicità. «Assieme a Saltarelli - prosegue l’attrice napoletana - ho costruito per me un personaggio che mi regalasse il piacere e la gioia che il vuoto di pensiero determina e poi comunicarli al pubblico. Il teatro reclama la libertà di ignorare le tendenze dominanti, perché è, purtroppo, anche condizionato da stili e meccanismi imposti dall’intellighenzia al potere. Proviamo così ad andare dritti al cuore degli spettatori e ridendo, forse, accetteremo, più di buon grado, l’idea che la strada che stiamo percorrendo è completamente... sbagliata». Perchè Capasciacqua, una donna terribilmente stupida, è decisa a realizzare l’equivoco nel quale è precipitata. Entra in contatto con una realtà dalla quale si sente più che mai avulsa. Una realtà, però più «sciacqua» di lei. «Insomma - conclude Marina - questa è una favola che come ogni autentica tragedia, può solo trovare la sua soluzione in alto, molto, molto in alto».

Stefano de Stefano
 
OSSERVATORIO SULLA CAMORRA
Racket a Napoli: ''Troppa omertà nei quartieri borghesi''
CLICCA QUI
 
Osservatorio sulla camorra | Storia | Iniziative | Rubriche
Edizione Campania | Edizione Puglia |Corriere Economia
Servizio meteo | Info traffico | Trova lavoro
P. Iva 06890970632 editoriale del mezzogiorno srl Realizzato da D&D - Dinamica Digitale