Campania
Puglia
Economia
 
Home
Storia
Iniziative
Rubriche
Contatti
 
Annunci legali
Meteo
Info traffico
Trova lavoro







   
 
 
 ARTICOLO - Cartellone (Campania)
 
Al via il «Maggio» della Pietà de’ Turchini - 28/04/2007

Cinque apputamenti musicali tra il barocco e il contemporaneo

Cinque e tutti particolarissimi gli appuntamenti della rosa sonora ritagliata fra repertorio barocco e contemporaneo che il Centro di Musica Antica offre, a partire da domani (ore 18.30), nella sede della Chiesa di Santa Caterina da Siena varando, in coda alla stagione concertistica, il suo «Maggio della Pietà de’ Turchini». Si inizia con l’ensemble Dolce Consort, quartetto partenopeo di flauti dolci fondato da TommasoRossi: in programma, una Suite di danze tratte da «The Fairy Queen» di Henry Purcell, un saggio di puro contrappuntismo con l'Arte della Fuga di Bach, la Sonata in canone più due Fantasie per flauto «solo» di Telemann, il «Quatuor» di Louis-Antoine Dornel. Quindi, passando al Novecento e alle note inedite dei nostri giorni, si ascolteranno pagine di Hindemith, Britten, il «Pari Intervallo» (titolo dato all’intero concerto) di Arvo Pärt, le Danze di Bartòk ed una prima assoluta commissionata al compositore napoletano Patrizio Marrone dal titolo «Non è una carezza ». Brano di sensibilità rara che trae ispirazione dalla sofferenza e dalla solitudine a volte ignorata dei bimbi sordo-ciechi e pluriminorati. Lo stesso compositore, in proposito, ha spiegato: «Un noto showman tiene in braccio un bimbo che gli tocca il volto; sembra una carezza. Il bimbo, però, è sordo-cieco, non vede e non sente, per cui il suo gesto è l’unico modo che ha per comunicare con gli altri. È così che fa amicizia, parla, si esprime, conosce».Aseguire, l’ensemble Accordone (6 maggio) fondato da Marco Beasley e da Guido Morini per «Vox clamans in solitudine», programma tripartito dedicato alla musica vocale «in cui trovano eguale spazio - ha sottolineato Morini - musica sacra, profana e popolare unite dal tema comune dell’amore ». Domenica 13, sarà la volta dell’ottimo Concerto Italiano diretto da Rinaldo Alessandrini che interpreterà una scelta di Duetti e Terzetti di Händel con le voci di Furio Zanasi (basso), Anna Simboli e Monica Piccinini (soprani) mentre, venerdì 13, la Cappella della Pietà de’ Turchini diretta da Antonio Florio con la voce solista di Maria Grazia Schiavo eseguirà i Mottetti di Vivaldi. In chiusura, mercoledì 23, «La Voix Humaine» di Jean Cocteau su musiche di Poulenc firmata dalla regia di Pappi Corsicato e in coproduzione con la Fondazione Ravello che ne ospiterà, il prossimo 31 agosto, la ripresa.

Paola De Simone
 
OSSERVATORIO SULLA CAMORRA
Racket a Napoli: ''Troppa omertà nei quartieri borghesi''
CLICCA QUI
 
Osservatorio sulla camorra | Storia | Iniziative | Rubriche
Edizione Campania | Edizione Puglia |Corriere Economia
Servizio meteo | Info traffico | Trova lavoro
P. Iva 06890970632 editoriale del mezzogiorno srl Realizzato da D&D - Dinamica Digitale