Campania
Puglia
Economia
 
Home
Storia
Iniziative
Rubriche
Contatti
 
Annunci legali
Meteo
Info traffico
Trova lavoro







   
 
 
 ARTICOLO - Cartellone (Campania)
 
D’Alessio: non andrò a Bergamo - 26/04/2007

«I tifosi dell’Atalanta sbagliano, ostilità fuori dallo sport»

«Non mi volete? Piuttosto sono io che ci non vengo». Questa la replica, asciutta e non scevra da un tono fortemente polemico, di Gigi D’Alessio ai tifosi bergamaschi che hanno detto no alla sua presenza al concerto organizzato dal network Rtl 102.5 per celebrare i cento anni dell’Atalanta. Un no - quello pronunciato a Bergamo - che fa riferimento non solo al fatto che D’Alessio è un tifoso del Napoli, ma che chiama in causa anche la città, la malavita, le ostilità fra squadre del Nord e quelle del Sud. E forse rispolvera un vecchio rancore per una partita la cui vittoria fu attribuita agli azzurri nel 1991- oltre quindici anni fa - per una monetina lanciata dai supporter nerazzurri sulla testa Alemao. «Non capisco proprio questi atteggiamenti, a questo punto non andrò - replica Gigi D’Alessio, visibilmente affranto - sono rimasto molto male. Di questi tempi non mi sarei mai e poi mai aspettato un episodio del genere che, come al solito, viene sempre dal mondo del calcio. Lo stadio dovrebbe essere invece un territorio neutro, puro, votato al divertimento. Epicentro dello sport, dove dovrebbero nascere e crescere soggetti sani ». Ma D’Alessio va oltre e punta il dito contro i modi, decisamente poco urbani, di chi è intervenuto nel dibattito sul sito del network e dell’Atalanta e delle dichiarazioni di qualche leghista. «Quando si esce di casa - aggiunge - e si interagisce con il prossimo, ci si dovrebbe ricordare la buona educazione: cosa che invece è mancata in questo caso. Anche i modi, nel dire le cose, sono importanti. In ogni caso sono più che sicuro che a porre il veto è stato solo uno sparuto gruppo di persone, anche perché i miei concerti al Nord anche quest’anno hanno fatto registrare il tutto esaurito, a Milano addirittura abbiamo raddoppiato la data al Datchforum. In Piemonte, in Lombardia e in tutte le regioni settentrionali stanno, inoltre, andando bene le vendite del libro ’’Come in un film’’ scritto con Carmine Aymone». Polemica chiusa, dunque. Ma l’amarezza resta, e resta anche una brutta ombra su un concerto che si svolgerà nella serata del 5 maggio. Una festa del calcio che i sostenitori nerazzurri avevano minacciato di rovinare con una serie di contestazioni - più o meno pacifiche - se D’Alessio fosse salito sul palco insieme con gli altri artisti coinvolti.

Anna Paola Merone
 
OSSERVATORIO SULLA CAMORRA
Racket a Napoli: ''Troppa omertà nei quartieri borghesi''
CLICCA QUI
 
Osservatorio sulla camorra | Storia | Iniziative | Rubriche
Edizione Campania | Edizione Puglia |Corriere Economia
Servizio meteo | Info traffico | Trova lavoro
P. Iva 06890970632 editoriale del mezzogiorno srl Realizzato da D&D - Dinamica Digitale