Campania
Puglia
Economia
 
Home
Storia
Iniziative
Rubriche
Contatti
 
Annunci legali
Meteo
Info traffico
Trova lavoro







   
 
 
 ARTICOLO - Prima pagina (Campania)
 
Salta la fabbrica di fuochi, tre morti - 24/04/2007

Gragnano, terrificante esplosione: la gente ha temuto il risveglio del Vesuvio

Gragnano, strada statale per Agerola, le 16,45 di ieri: d’improvviso la terra trema, in un terribile susseguirsi di esplosioni, tanto che la gente pensava al risveglio del Vesuvio. Invece, era saltata in aria una fabbrica di fuochi d’artificio. Tragico il bilancio: tre morti, i cui resti sono stati ritrovati in un raggio di diverse centinaia di metri. Le vittime sono il proprietario della fabbrica, Alfonso Novellino, di 57 anni, suo nipote Aniello Novellino, di 43, e un operaio di 38 anni, Alberto Tartaglione, anche lui legato al titolare da rapporti di parentela. Quattro i feriti, nessuno dei quali grave: tra loro un altro Novellino, Gennaro, di 46 anni, che era appena uscito dalla fabbrica. Polemico l’assessore regionale Gabriele: mancano ispettori del lavoro. Bassolino: le fabbriche di fuochi sono vere e proprie bombe

Beneduce, Cuomo
 
OSSERVATORIO SULLA CAMORRA
Racket a Napoli: ''Troppa omertà nei quartieri borghesi''
CLICCA QUI
 
Osservatorio sulla camorra | Storia | Iniziative | Rubriche
Edizione Campania | Edizione Puglia |Corriere Economia
Servizio meteo | Info traffico | Trova lavoro
P. Iva 06890970632 editoriale del mezzogiorno srl Realizzato da D&D - Dinamica Digitale