Campania
Puglia
Economia
 
Home
Storia
Iniziative
Rubriche
Contatti
 
Annunci legali
Meteo
Info traffico
Trova lavoro







   
 
 
 ARTICOLO - Cartellone (Campania)
 
Servillo «mastro» di festa per Goldoni - 22/04/2007

Partono da Caserta le celebrazioni per i 300 anni dalla nascita

Il Teatro Garibaldi di Santa Maria Capua Vetere sarà il cantiere del prossimo impegno di Toni Servillo. In agosto al lavoro con i copioni della «Trilogia della villeggiatura», la scoppiettante saga goldoniana, allegoria della vigilia di festa, della festa e del ritorno dalla festa, progetto celebrativo dei trecento anni dalla nascita dell’autore veneziano che Servillo realizzerà con la sua compagnia Teatri Uniti in coproduzione con il Piccolo di Milano. La tabella di marcia prevede un’anteprima al Teatro di Corte di Caserta, la prima nazionale a Milano, nella sede storica del Piccolo in via Rovello, poi in trasferta all’Expo di Saragozza, a Parigi, a San Pietroburgo ed altre città europee per tutta la stagione 2008. Per concretizzare l’iniziativa si è reso necessario un partnerariato tra Regione Campania, Provincia e Città di Caserta. «Tutto quel che faccio amo venga impostato nella nostra Campania, impregnato delle nostre atmosfere - dice Servillo -; perciò ho scelto il Garibaldi come "fabbrica" in cui costruire la trilogia e l’anteprima per gli studenti al Teatro di Corte borbonico vuole rappresentare un tributo dovuto a quanti hanno creduto in questo progetto, a Sandro De Franciscis, presidente della Provincia che si è fatto subito ambasciatore delle nostre aspirazioni presso il governatore Bassolino e il sindaco di Caserta Petteruti. Scambiai poche battute con il governatore, il 23 ottobre scorso a Villa Pignatelli, in occasione della consegna del Premio Cortese, ed abbiamo potuto avviare la fase progettuale. A partire dalla Campania tante cose buone sono andate in orbita - sottolinea il regista -, per questo motivo insisto nell’occupare le nostre belle strutture che costituiscono il valore fondamentale per vivere il nostro territorio. Così fu col "Misantropo" di Molière che portammoin giro per l’Europa, tre anni addirittura a Berlino, e col "Sabato, domenica e lunedì" di Eduardo che dalla rampa di lancio del Comunale di Caserta e del Mercadante di Napoli, ha avuto quattrocento repliche in quattro anni». Del cast, sedici attori, Toni Servillo non anticipa nulla perchè è ancora da definirsi per alcuni ruoli. «Un nome, comunque, posso dirlo - dice il regista - ed è della costumista Ortensia De Francesco, già collaudata in tante precedenti occasioni». E conclude: «Io da qui, dalla nostra terra, non me ne sono mai andato. Ci vivo, ci lavoro. Da qui parto, con la voglia di farmi rappresentante di tutti. Ma qui torno sempre, la rampa di lancio è qui».

Franco Tontoli
 
OSSERVATORIO SULLA CAMORRA
Racket a Napoli: ''Troppa omertà nei quartieri borghesi''
CLICCA QUI
 
Osservatorio sulla camorra | Storia | Iniziative | Rubriche
Edizione Campania | Edizione Puglia |Corriere Economia
Servizio meteo | Info traffico | Trova lavoro
P. Iva 06890970632 editoriale del mezzogiorno srl Realizzato da D&D - Dinamica Digitale