Campania
Puglia
Economia
 
Home
Storia
Iniziative
Rubriche
Contatti
 
Annunci legali
Meteo
Info traffico
Trova lavoro







   
 
 
 ARTICOLO - Cartellone (Campania)
 
Napoli secondo l’Archivio Troncone - 21/04/2007

Un libro di Pier Antonio Toma sulla storica famiglia di reporter

Oggi pomeriggio alle 18 presso l'associazione napoletana Hde in piazzetta Nilo 7 Nando Vitali e la scrittrice Giuseppina de Rienzo presentano il libro di Piero Antonio Toma «Napoli sotto i l cielo (1920-1960)» edito da Compagnia dei Trovatori, con foto dell'Archivio Troncone a cura di Stefano Fittipaldi (performance musicale di Lydia Mastrantuoni). Un viaggio per raccontare una famiglia che per prima in Italia ha portato a Napoli la cinematografia (1898) e, dalla metà degli anni Venti, il fotogiornalismo e la fotografia industriale e civile. Il racconto si snoda nella rievocazione e in un centinaio di fotografie d'epoca, per molta parte tratte da quotidiani locali. Ne è venuto fuori il "patchwork" di una città prima sedotta dal suo inguaribile sfoggio di se stessa, da esistenze patinate di principi, federali e divi dello schermo, poi devastata dai bombardamenti e infine avviata ad un tribolato "stop and go" fra ricostruzione e malgoverno. «Napoli sotto il cielo» è un titolo con una sua garbata dose dose di ambiguità: dopotutto sotto il cielo i napoletani ci stanno più degli altri. Poi si scopre che la città di questo libro sotto il cielo ci sta in quanto luminosamente squadernata attraverso le magnifiche foto dell’Archivio Troncone, che il vivace testo di Tomaha «cucito» insieme dagli ultimi palpiti della belle époque fino alla seconda guerra. Foto e testo si incontrano sul piano della «tonalità» del racconto. La Napoli che si vede e legge in questo libro ha una sua sorprendente grazia, una sobria eleganza che sa estendersi dagli ambiti più esclusivi fino a quelli più popolari. Sarà il solito «mondo di ieri» ancora una volta migliore; ma queste pagine convincono del fatto che il generale senso del decoro fosse allora notevolmente più pervasivo di quanto oggi non sia. Toma rende ancor più credibile quest’impressione attraverso un testo che, prendendo le mosse dalla storia della famiglia Troncone, passata dal cinema degli albori al fotogiornalismo, si dilata a intrecciare i fili di un racconto corale fatto di mestieri quotidiani e passatempi d’élite, feste religiose e parate militari, gente dello spettacolo e spettacoli della gente, come quello dello struscio in una via Toledo dall’aspetto decorosamente parigino.
 
OSSERVATORIO SULLA CAMORRA
Racket a Napoli: ''Troppa omertà nei quartieri borghesi''
CLICCA QUI
 
Osservatorio sulla camorra | Storia | Iniziative | Rubriche
Edizione Campania | Edizione Puglia |Corriere Economia
Servizio meteo | Info traffico | Trova lavoro
P. Iva 06890970632 editoriale del mezzogiorno srl Realizzato da D&D - Dinamica Digitale