Campania
Puglia
Economia
 
Home
Storia
Iniziative
Rubriche
Contatti
 
Annunci legali
Meteo
Info traffico
Trova lavoro







   
 
 
 ARTICOLO - Cartellone (Campania)
 
Con Elisa un vero festival rock - 15/04/2007

Domani al Palamaggiò esibizione tra cori gospel

Le piccole voci crescono. Elisa, raggiunta ormai una certa maturità (artistica) si conferma una delle interpreti di riferimento della musica pop e rock italiana. Domani è al Palamaggiò di Castelmorrone a Caserta per la tappa campana della tournée legata al cd «Soundtrack». Non un semplice concerto ma un vero e proprio rock show, con molti musicisti, cori gospel e con una band di supporto, i Rio, guidata da Marco Ligabue, fratello di Luciano che per la cantante ha scritto «Gli ostacoli del cuore», una delle canzoni del suo nuovo disco. Quella di domani e la seconda tappa di un giro di concerti ricominciato ieri da Palermo e che subito dopo la pubblicazione del cd, aveva già richiamato più di 40mila spettatori riempiendo completamente sei palazzetti del nord. Con lei sul palco la band abituale composta da Frank Santarnecchi al pianoforte, Andrea Rigonat alla chitarre, Gianluca Ballarin alle tastiere, Max Gelsi al basso, Carlo Bonazza alla batteria. Lo spettacolo prevede anche le voci di Massimo Bonano e Nicole Pellicani e gli Oscar Williams Jr. & Perfected Prais, un coro gospel del Missouri. I Rio, che apriranno il concerto, sono attivi dal 2001 e suonano tex mex, genere molto in voga nel sud della California, e rock’n’roll ma tutto in italiano. Marco Ligabue (chitarra) e Fabio Mora (voce), fondatori del gruppo hanno ingaggiato poi Tony Farinelli (basso), Cesare Barbi (batteria) e Alle Bartoli (dj ed elettronica), provenienti da mondi diversi e con gusti più vicini alla scena inglese. I Rio hanno un suono un po’ datatomaproprio per questo molto divertente che farà da contraltare perfetto alle ballate di Elisa. Con «Soundtrack» la cantante di Monfalcone è tornata un po’ indietro nel tempo ripescando anche lei sonorità anni ’80. Tuttavia, anche quando canta in italiano, Elisa riesce ad essere originale e a sorprendere. I primi dischi della cantante erano interpretati tutti inglese. Una scelta stilistica che, tra qualche perplessità, era risultata vincente tra i fan. «Soundtrack» è il disco che celebra dieci anni di attività di Elisa. Il duetto con Ligabue, la partecipazione di Bisio, le varie versioni messe in commercio, una anche con un dvd, hanno solo confermato le qualità di una delle più piacevoli, e poetiche, cantanti italiane.

Biagio Coscia
 
OSSERVATORIO SULLA CAMORRA
Racket a Napoli: ''Troppa omertà nei quartieri borghesi''
CLICCA QUI
 
Osservatorio sulla camorra | Storia | Iniziative | Rubriche
Edizione Campania | Edizione Puglia |Corriere Economia
Servizio meteo | Info traffico | Trova lavoro
P. Iva 06890970632 editoriale del mezzogiorno srl Realizzato da D&D - Dinamica Digitale