Campania
Puglia
Economia
 
Home
Storia
Iniziative
Rubriche
Contatti
 
Annunci legali
Meteo
Info traffico
Trova lavoro







   
 
 
 ARTICOLO - Prima pagina (Campania)
  China connection, il porto del malaffare - 12/04/2007

Trenta arresti, sequestrati polli infetti. Altra inchiesta: tre clan controllano tutto

Trenta ordinanze di custodia, di A FERRARA cui 24 in carcere, sette società sequestrate assieme a beni per un valore di 25 milioni di euro, l’accertamento di una evasione fiscale da 63 milioni. È una inchiesta dai grandi numeri, denominata «Operazione Gulliver» quella che ha portato all’arresto di spedizionieri, funzionari della dogana, titolari di società di importazione, militari delle Fiamme Gialle. Si tratta dell’epilogo di una indagine della Guardia di Finanza di Napoli, coordinata dai pm di Napoli Raffaele Marino e Catello Maresca, durata oltre due anni, su una serie di illeciti relativi all’importazione di merci dalla Cina, giunte via mare. Negli anni sono stati sequestrati decine di container contenenti prodotti tessili e di pelletteria con false griffe, giocattoli pericolosi, generi alimentari avariati (come un carico di polli congelati affetti dalla salmonella). Un altro filone d’inchiesta rivela: «Tre clan gestiscono tutti gli affari all’interno del porto di Napoli».

Abate, Agrippa
 
OSSERVATORIO SULLA CAMORRA
Racket a Napoli: ''Troppa omertà nei quartieri borghesi''
CLICCA QUI
 
Osservatorio sulla camorra | Storia | Iniziative | Rubriche
Edizione Campania | Edizione Puglia |Corriere Economia
Servizio meteo | Info traffico | Trova lavoro
P. Iva 06890970632 editoriale del mezzogiorno srl Realizzato da D&D - Dinamica Digitale