Campania
Puglia
Economia
 
Home
Storia
Iniziative
Rubriche
Contatti
 
Annunci legali
Meteo
Info traffico
Trova lavoro







   
 
 
 ARTICOLO - Prima pagina (Campania)
  Già divisi nel nuovo partito - 31/03/2007

Bassolino: «Entreremo nel Pse». De Mita: «Noi mai»

Due anime del Partito democratico, ma all’opposto. C’è il sì condizionato di Ciriaco De Mita e la fermezza di Antonio Bassolino. Per il leader della Margherita il Pd non deve «essere espressione di poche oligarchie » né anelare al Pse. E sull’attuale classe dirigente dice: «Mai stata così inadeguata». Per Bassolino, invece, il Partito democratico è l’unica soluzione: la casa dei riformisti, dei cattolici, dei socialisti. Ma all’ultimo congresso provinciale dei Ds dà l’addio alla sinistra del partito. Che considera il Pd «un pastrocchio». Il governatore: «Io voglio stare dentro un grande partito di massa ».

Agrippa, Brandolini
 
OSSERVATORIO SULLA CAMORRA
Racket a Napoli: ''Troppa omertà nei quartieri borghesi''
CLICCA QUI
 
Osservatorio sulla camorra | Storia | Iniziative | Rubriche
Edizione Campania | Edizione Puglia |Corriere Economia
Servizio meteo | Info traffico | Trova lavoro
P. Iva 06890970632 editoriale del mezzogiorno srl Realizzato da D&D - Dinamica Digitale