Campania
Puglia
Economia
 
Home
Storia
Iniziative
Rubriche
Contatti
 
Annunci legali
Meteo
Info traffico
Trova lavoro







   
 
 
 ARTICOLO - Prima pagina (Puglia)
  Il Comune deve restituire la Fibronit - 30/03/2007

La Cassazione annulla la confisca. Il sindaco: non escludo l’esproprio

BARI - La Corte di Cassazione ha annullato senza rinvio la sentenza con la quale la Corte di Appello di Bari aveva confiscato il suolo su cui sorge l’ex fabbrica di amianto Fibronit, al rione Japigia.
  • La sentenza. I giudici della Suprema Corte hanno cancellato le responsabilità penali dell’unico imputato nel procedimento, l’ex liquidatore Fibronit, Stefano Artese, annullando senza rinvio anche la sentenza di condanna nei suoi confronti ritenendo i reati contestati (discarica abusiva e getto di cose pericolose) estinti per prescrizione. Annullando la confisca e il conseguente trasferimento della proprietà dei beni al Comune la Cassazione ha disposto la restituzione dei suoli «agli aventi diritto», ossia alla curatela fallimentare della Fibronit.
  • Le reazioni. La revoca della confisca dell’area dell’ex Fibronit - spiega il sindaco Emiliano - non incide in alcun modo sul procedimento di messa in sicurezza e bonifica del sito, né sulla destinazione dell’area a verde pubblico, così come impressa dal procedimento di variante adottato dall’amministrazione. Non escluse procedure di esproprio».

    Balenzano, Dell’Edera, Spagnolo
  •  
    OSSERVATORIO SULLA CAMORRA
    Racket a Napoli: ''Troppa omertà nei quartieri borghesi''
    CLICCA QUI
     
    Osservatorio sulla camorra | Storia | Iniziative | Rubriche
    Edizione Campania | Edizione Puglia |Corriere Economia
    Servizio meteo | Info traffico | Trova lavoro
    P. Iva 06890970632 editoriale del mezzogiorno srl Realizzato da D&D - Dinamica Digitale