Campania
Puglia
Economia
 
Home
Storia
Iniziative
Rubriche
Contatti
 
Annunci legali
Meteo
Info traffico
Trova lavoro







   
 
 
 ARTICOLO - Prima pagina (Campania)
  Indizi insufficienti, scarcerato presunto killer - 29/03/2007

Il gip non convalida il fermo. Lepore, capo dei pm: «Sono scioccato, sorpreso e amareggiato»

Arrestato sabato scorso a Scampia con l’accusa di aver ucciso Lucio De Lucia, Salvatore Frate è già libero. È stato scarcerato due sere fa su ordine del gip Amalia Taddeo, che non ha convalidato il fermo del pmStefania Castaldi e ha rigettato la richiesta di custodia cautelare in carcere. Motivo: le dichiarazioni del testimone oculare (scampato all’agguato) «non sono sufficienti a identificare l’autore dell’omicidio». La Procura non contesta nel merito la decisione, ma Giovandomenico Lepore, capo dei pm, si dice «scioccato, sorpreso e amareggiato » e precisa: «non critico ma non condivido». Il pm antimafia Castaldi: «Rispetto il giudice, ma vado avanti per la mia strada». Intanto, sul dilagare della criminalità, la sindaca Iervolino, che ieri ha visto il prefetto Pansa, ammette: «È una situazione drammatica che avevamo quasi dimenticato».

Abate, Cuozzo
 
OSSERVATORIO SULLA CAMORRA
Racket a Napoli: ''Troppa omertà nei quartieri borghesi''
CLICCA QUI
 
Osservatorio sulla camorra | Storia | Iniziative | Rubriche
Edizione Campania | Edizione Puglia |Corriere Economia
Servizio meteo | Info traffico | Trova lavoro
P. Iva 06890970632 editoriale del mezzogiorno srl Realizzato da D&D - Dinamica Digitale