Campania
Puglia
Economia
 
Home
Storia
Iniziative
Rubriche
Contatti
 
Annunci legali
Meteo
Info traffico
Trova lavoro







   
 
 
 ARTICOLO - Prima pagina (Puglia)
  Il rigassificatore travolto dagli arresti - 13/02/2007

Corruzione: manette anche per Fassio, presidente di British gas Italia

BRINDISI — Dieci rate da 30 milioni ciascuna più Iva: fu pagata così - tra settembre 2000 e giugno 2001 - la presunta tangente di 360 milioni di lire per far ottenere alla British Gas Italia le autorizzazioni per la costruzione dell’impianto di rigassificazione di Brindisi, che ha un valore di 800 milioni di euro e che nè il governo regionale di centrosinistra nè Comune e Provincia vogliono più. Ne è sicura la magistratura brindisina che ieri mattina ha fatto arrestare tre top manager della BG Italia - l’attuale presidente Franco Fassio l’ex presidente Yvonne Olwen Barton, e l’ex ad Fabio Fontana - l’ex sindaco del centrosinistra di Brindisi, Giovanni Antonino, al suo terzo arresto in tre anni e mezzo, e l’imprenditore brindisino Luca Scagliarini. I cinque sono accusati di concorso in corruzione

Borrillo, Mandese, Orlandini
 
OSSERVATORIO SULLA CAMORRA
Racket a Napoli: ''Troppa omertà nei quartieri borghesi''
CLICCA QUI
 
Osservatorio sulla camorra | Storia | Iniziative | Rubriche
Edizione Campania | Edizione Puglia |Corriere Economia
Servizio meteo | Info traffico | Trova lavoro
P. Iva 06890970632 editoriale del mezzogiorno srl Realizzato da D&D - Dinamica Digitale