Campania
Puglia
Economia
 
Home
Storia
Iniziative
Rubriche
Contatti
 
Annunci legali
Meteo
Info traffico
Trova lavoro







   
 
 
 ARTICOLO - Cartellone (Campania)
 
Monumenti, Maggio dedicato ai misteri - 08/02/2007

Culto dei morti, esoterismo e superstizioni per la manifestazione di primavera

«Maggio dei Monumenti», tredicesima edizione. «I misteri di Napoli» il tema della manifestazione che dal 27 aprile al 27 maggio, attraverso cinque fine settimana, sarà di scena a Napoli. L’esoterismo, il culto dei morti, le tradizioni, le superstizioni ed i riti scaramantici i temi intorno ai quali è stata allestita una kermesse per la quale sarà riproposto un classico del «Maggio», il Cimitero delle Fontanelle. L’apertura dell’antico ossario della Sanità in realtà risale alla dodicesima edizione della manifestazione, all’anno scorso dunque. Ma è dal 2002 che l’evento viene puntualmente presentato nel programma della kermesse. Quest’anno l’annuncio avviene ad ossario aperto. «Apertoma non visitabile—avverte l’assessore ai Grandi Eventi Valeria Valente — e definiremo meglio questo particolare proprio in occasione del Maggio. Occorre una guida e almomento non c’è». La presentazione anticipata del «Maggio » è direttamente riferita alla necessità di «vendere» il prodotto Napoli, di posizionarlo sul mercato del turismo e di presentarlo alla Bit di Milano. Un prodotto che non presenta grandi novità, eccezion fatta per l’installazione firmata da Brian Eno a Castel Sant’Elmo e alla Grotta di Seiano (in contemporanea o in uno solo dei due luoghi) nel weekend del 26 maggio. Al di là di questo c’è sostanzialmente poco. Il sindaco Iervolino ha sottolineato che le visite guidate saranno multilingue e che tra gli itinerari previsti ci saranno l'isolotto di Megaride, Monte Echia, Castel dell'Ovo, Castelnuovo, e ancora Via dei Tribunali e i suoi fantasmi, piazzetta Nilo e il culto dei morti, le Catacombe di SanGennaro, le Catacombe di San Gaudioso, la chiesa del Purgatorio ad Arco, il Cimitero delle 366 fosse. Visite guidate anche anche presso il Museo della Cappella di Sansevero, il Palazzo Sansevero e il fantasma di Maria D'Avalos, Napoli sotterranea, Palazzo Donn'Anna e il fantasma di Anna Carafa, la tomba di Virgilio e la Crypta Neapolitana, Piazza mercato e la leggenda di Corradino di Svevia. «Abbiamo cominciato a ragionare sul prossimo Maggio - rivela la Valente - ed il contributo più consistente è venuto dalla superstizioni, dal numero 13, che rappresenta le manifestazioni finora organizzate, un numero legato ai misteri, alle leggende, all'esoterismo, ai 2700 anni di storia della città, che non ha eguali nel mondo, appetibile e affascinante per i turisti e, quindi, abbiamo deciso di ricordare questo aspetto di Napoli e valorizzare tutto il bello della città ».

Anna Paola Merone
 
OSSERVATORIO SULLA CAMORRA
Racket a Napoli: ''Troppa omertà nei quartieri borghesi''
CLICCA QUI
 
Osservatorio sulla camorra | Storia | Iniziative | Rubriche
Edizione Campania | Edizione Puglia |Corriere Economia
Servizio meteo | Info traffico | Trova lavoro
P. Iva 06890970632 editoriale del mezzogiorno srl Realizzato da D&D - Dinamica Digitale