Campania
Puglia
Economia
 
Home
Storia
Iniziative
Rubriche
Contatti
 
Annunci legali
Meteo
Info traffico
Trova lavoro







   
 
 
 ARTICOLO - Prima pagina (Campania)
  Campania, record di nuovi poveri - 12/10/2006

In un anno le famiglie in difficoltà aumentate del 2,1 per cento

Si tratta di un vero e proprio record: nel 2004, in Campania, una famiglia su quattro — il 24,9% per l’esattezza — era sotto la soglia di povertà relativa. Nel 2005 l’indicatore è cresciuto, in controtendenza nazionale e meridionale, fino al 27%: un +2,1% certificato ieri dall’Istat che rappresenta l’andamento più consistente nel Paese (in negativo, ovviamente); sintetizzando, al contempo, che i problemi a sbarcare il lunario ce li ha ormai quasi un nucleo su tre. L’istituto centrale di statistica rileva che solo la Sicilia sta messa peggio in Italia, ma l’isola ha fatto segnare — sempre tra il 2004 e il 2005 — un aumento di poveri inferiore al punto percentuale. Il Mezzogiorno, nel suo complesso, ha visto invece ridursi il tasso delle famiglie povere dal 25 al 24. Un trend costruito sulle perfomance positive di Puglia (che passa dal 25,2 al 19,4%), Basilicata (da 28,5 a 24,5) e Calabria (dal 25 al 23,3). Queste stesse tre regioni, dunque, lasciano spazio alla Campania sui gradini più alti della graduatoria nazionale. Sindacati e imprese lanciano l’allarme.

Grassi
 
OSSERVATORIO SULLA CAMORRA
Racket a Napoli: ''Troppa omertà nei quartieri borghesi''
CLICCA QUI
 
Osservatorio sulla camorra | Storia | Iniziative | Rubriche
Edizione Campania | Edizione Puglia |Corriere Economia
Servizio meteo | Info traffico | Trova lavoro
P. Iva 06890970632 editoriale del mezzogiorno srl Realizzato da D&D - Dinamica Digitale