Campania
Puglia
Economia
 
Home
Storia
Iniziative
Rubriche
Contatti
 
Annunci legali
Meteo
Info traffico
Trova lavoro







   
 
 
 ARTICOLO - Spettacoli (Campania)
 
Alessandro Siani, un fenomeno che divide - 17/06/2006

Pareri contrastanti sul film «Ti lascio perché ti amo troppo»

L’ampio servizio di Stefania Ulivi sul «Magazine» uscito giovedì con il «Corriere della Sera», accende i riflettori nazionali su Alessandro Siani. Complice il successo del suo primo film, «Ti lascio perché ti amo troppo», ottenuto certo a sud del Garigliano, ma in grado di battere ai botteghini, nel territorio napoletano, perfino il mitico Tom Cruise nella terza sequenza di «Mission impossible». E il comico di Fuorigrotta diventa così un caso italiano, sulle orme di un grande interprete vesuviano come Massimo Troisi, a cui Siani non fa mistero di ispirarsi, anche grazie all’intuizione di Mauro Berardi, stesso produttore di alcuni film dell’attore di San Giorgio a Cremano. Sin qui legato ai cabaret e ai teatri dell’area campana, ma anche ospite fisso di programmi di culto come «Bulldozer» su RaiDue, in cui recitava il personaggio del tamarro napoletano Tatore, Siani divide però il pubblico partenopeo. Da una parte i suoi sostenitori accaniti, dall’altra scettici e detrattori.
 
OSSERVATORIO SULLA CAMORRA
Racket a Napoli: ''Troppa omertà nei quartieri borghesi''
CLICCA QUI
 
Osservatorio sulla camorra | Storia | Iniziative | Rubriche
Edizione Campania | Edizione Puglia |Corriere Economia
Servizio meteo | Info traffico | Trova lavoro
P. Iva 06890970632 editoriale del mezzogiorno srl Realizzato da D&D - Dinamica Digitale