Campania
Puglia
Economia
 
Home
Storia
Iniziative
Rubriche
Contatti
 
Annunci legali
Meteo
Info traffico
Trova lavoro







   
 
 
 ARTICOLO - Spettacoli (Puglia)
 
Gallipoli, torna il Premio Barocco - 02/06/2006

Il 9 giugno la popolare kermesse in diretta su RaiUno

Roma — Il 9 giugno, quando l’enorme spazio antistante il porto si riempirà, Fernando Cartenì leggerà un messaggio di saluto importante, inviato dal presidente della Repubblica. Così anche Giorgio Napolitano in un certo senso sarà a Gallipoli, per la trentasettesima edizione del Premio Barocco che, ancora una volta, sarà trasmesso in diretta da Rai Uno.Unevento che apre la stagione estiva della rete ammiraglia e che gli anni scorsi ha sempre totalizzato il consenso di oltre quattro milioni di telespettatori, cifra seconda - nella stagione - a quella raggiunta dalla trasmissione per Miss Italia. E per sottolineare l’importanza dell’evento sono due le conferenze stampa di presentazione: quella di ieri tenutasi nella sede Rai di viale Mazzini e quella in calendario per la vigilia, l’8 giugno, nella città jonica. In Rai, dunque, a far gli onori di casa c’era il patron della manifestazione Fernando Cartenì, presidente dell’associazione Premio barocco - onlus; con lui anche il regista della trasmissione Riccardo Di Blasi, il capostruttura Rai Uno Paolo De Andreis e Michele Cucuzza che presenterà l’edizione 2006. Qual è il valore di un premio come questo se non quello di promuovere una località turistica? Alla domanda Cucuzza - che non è mai stato a Gallipoli, ma ricorda ancora le bellezze di Lecce da dove fece una diretta tv quando era inviato del Tg 2 - replica che va molto oltre. «A testimoniarlo innanzitutto il patrocinio dell’università di Lecce e il conferimento dei premi fatto dal rettore Oronzo Limone». Ma c’è anche quel numero, 37, a spiegare che l’appuntamento di inizio estate è un momento significativo anche perchè - spiegherà poi De Andreis - i premi vengono assegnati a chi eccelle nel proprio campo, da quello dello spettacolo a quello delle scienze, da quello dell’arte a quello del giornalismo e dello sport. Tra chi ha già ricevuto la statuetta che rappresenta la Galatea salentina ci sono Rita Levi Montalcini e Sophia Loren, Fiorello e Antonino Zichichi, Luciano Pavarotti eNicola Piovani, Joaquìn Navarro Valls, Dario Fo e Adriano Celentano. Non è ancora noto l’elenco di chi sarà premiato in questa edizione, solo di Milly Carlucci si sa che riceverà il riconoscimento per il personaggio dell’anno, in un certo senso un «fuori quota» assegnato a furor di popolo. Gli altri, dieci in ogni edizione, sono decisi dal senato accademico leccese che sceglie all’interno di un lungo elenco di segnalazioni. Sul palco, comunque, di fronte ai 35mila spettatori seduti al di sotto dei bastioni, saliranno quest’anno Pupi Avati e Katia Ricciarelli, certamente per il film che li ha visti regista e protagonista assieme ad Antonio Albanese e Neri Marcorè, La seconda notte di nozze, girato in parte nel Salento; ci saranno Enzo Iachetti, Nino Frassica, Renzo Arbore, Gigi D’Alesio, Fausto Leali, Maddalena Corvaglia, Enrico Fabris, Monica Maggioni, Giovanni Minoli e Anna Falchi. Quest’ultima sarà madrina della manifestazione e affiancherà Cucuzza nella conduzione.

Rosanna Lampugnani
 
OSSERVATORIO SULLA CAMORRA
Racket a Napoli: ''Troppa omertà nei quartieri borghesi''
CLICCA QUI
 
Osservatorio sulla camorra | Storia | Iniziative | Rubriche
Edizione Campania | Edizione Puglia |Corriere Economia
Servizio meteo | Info traffico | Trova lavoro
P. Iva 06890970632 editoriale del mezzogiorno srl Realizzato da D&D - Dinamica Digitale